15:21 12 Aprile 2024

Meteo 15 giorni: alta pressione allo SBANDO: in vista FRESCO e MALTEMPO

Si conferma una seconda parte di aprile poco incline alla stabilità ed al caldo, con occasioni di maltempo su diverse regioni. Facciamo il punto della situazione con le ultime mappe disponibili.

Le tappe del tempo italico del prossimo futuro tendono lentamente a districarsi e confermano grossomodo ciò che abbiamo detto nei giorni scorsi. Dopo la fase molto calda del fine settimana (Il commento AUDIO del nostro esperto: quanto CALDO farà nel fine settimana? – MeteoLive.it), l’alta pressione si sposterà ad ovest; questa mossa farà scendere correnti fresche settentrionali che tra martedi 16 e mercoledi 17 aprile riporteranno acquazzoni ed un clima nettamente più fresco da nord a sud (La prossima settimana CROLLA TUTTO: arrivano ACQUAZZONI, TEMPORALI ed un po’ di FREDDO – MeteoLive.it).

Volgendo lo sguardo oltre, la fase fresca dominata dalle correnti settentrionali dovrebbe continuare fino al termine nella settimana prossima. Ecco infatti la media degli scenari del modello americano valida per sabato 20 aprile:

Alta pressione con un massimo collocato poco ad ovest dell’Irlanda, mentre aria più fredda scenderà sull’Europa centro-orientale dove si prevedono temperature al di sotto della media climatologica. Per ciò che concerne l’Italia, avremo un clima più fresco ed anche instabile con acquazzoni e temporali su alcune regioni. A tal proposito, vi mostriamo la mappa della probabilità di pioggia a scala italica valida per la medesima giornata, ovvero sabato 20 aprile. Vi ricordiamo che: in blu probabilità di pioggia bassa (sotto al 25%), in verde medio-bassa (fra 25 e 50%), in giallo medio-alta (fra 50 e 75%) e in rosso alta o molto alta” (oltre il 75%).

Notiamo che la maggiore probabilità di pioggia (rovesci e qualche temporale) si concentrerà tra il nord-est, il versante adriatico, le aree interne e il meridione peninsulare. Sul resto d’Italia la probabilità di pioggia sarà più bassa ed in alcuni casi anche nulla, dove vedete il colore bianco sulla mappa.

Come potrebbe evolvere la situazione successivamente? Anche i modelli di quest’oggi sposano la tesi dell’alta pressione in ulteriore ritirata verso nord-ovest nell’ultima decade di aprile. Questo consentirà il dilagare dell’aria fredda più ad ovest, con la costruzione di una depressione tra l’Europa occidentale ed il bacino centro-occidentale del Mediterraneo. Ecco come viene visto il tutto dalla media degli scenari del modello americano valida per mercoledi 24 aprile:

Le regioni settentrionali e parte di quelle centrali saranno interessate da una confluenza tra aria fredda di matrice nordica (frecce blu) con aria più calda in risalita dal nord Africa (frecce rosse). Tutto ciò darà origine ad episodi di maltempo anche abbastanza frequenti. Il resto d’Italia si troverà invece sotto il tiro dell‘aria più calda con cieli spesso velati o lattiginosi, ma senza precipitazioni importanti.

LEGGI ANCHE