20:18 17 Aprile 2024

Week-end turbolento, altro nucleo freddo con rischio TEMPORALI

Altro fronte instabile nel week-end, rovesci e temporali da nord a sud!

Come ampiamente preannunciato nei giorni scorsi, il freddo ha raggiunto l’Italia, spazzando via le temperature davvero esagerate dei giorni scorsi. Quella che potremmo definire a tutti gli effetti un’estate precoce sembra ora un ricordo e le temperature sono addirittura scese al di sotto delle medie tipiche del periodo grazie all’arrivo di una vasta irruzione di aria fredda proveniente dall’Artico. Non solo l’Italia sta godendo di queste temperature più fredde, bensì gran parte dell’Europa centro orientale, e pare proprio che così sarà anche nei prossimi giorni, almeno fino a metà della prossima settimana.

Dunque, queste fredde correnti nord-europee avranno molto da dire anche nei prossimi giorni sul Mediterraneo, soprattutto tra il weekend e l’avvio della prossima settimana. In effetti, durante il fine settimana ci aspettiamo un’ulteriore raffreddamento dell’aria, soprattutto in alta quota, in quanto giungerà un nucleo freddo che garantirà tanta instabilità da nord a sud e temperature molto inferiori alle medie.

Il nucleo freddo che giungerà in alta quota sul Nord Italia nella giornata di sabato avrà il merito di dar vita a una depressione sul medio-alto Tirreno che a sua volta dispenserà precipitazioni e temporali. Dunque, nella giornata di sabato ci aspettiamo un nuovo peggioramento su tante nostre regioni con temporali e acquazzoni soprattutto al nord e le zone interne del Centro e del Sud. Eloquenti le precipitazioni totali previste nella giornata di sabato che ci indicano la nuova ondata di maltempo in arrivo. Non escludiamo locali e temporali molto forti sulla Val Padana che potrebbero dar luogo anche a locali forti grandinate e intense raffiche di vento.

Nella giornata di domenica questa depressione tirrenica pian piano si dirigerà verso il basso Adriatico e comporterà un peggioramento diffuso su gran parte delle regioni del Sud e del Medio Basso Adriatico. Nel frattempo, avremo una breve pausa dai fenomeni su tutto il nord al mattino e nel primo pomeriggio, dopodiché entro tardo pomeriggio e sera potremmo assistere allo sviluppo di nuovi forti temporali disorganizzati su gran parte del settentrione. Anche in questo caso, i temporali potrebbero dar luogo a locali, forti grandinate e intensi acquazzoni. La quota neve, ricordiamo, si assesterà attorno ai 1000 m di quota.

Eloquenti le temperature massime previste nella giornata di domenica su diverse regioni da pieno inverno, come ad esempio sul versante Adriatico dove la colonnina di mercurio faticherà a salire al di sopra dei 13 o dei 15 °C.