10:52 12 Febbraio 2024

Ci sono speranze di INVERNO VERO? Cosa dicono i modelli per i prossimi 10 giorni?

L'inverno segnerà definitivamente il passo o potrebbe farsi vedere al termine del mese di febbraio? In questa sede prenderemo in considerazione la linea maggiormente probabile che dovrebbe seguire il tempo nei prossimi 10 giorni.

Si pensava di assistere ad una settimana maggiormente invernale rispetto alla non-stagione che abbiamo avuto fino a questo momento, ma quasi sicuramente non sarà così. Qualche spiffero freddo si farà sentire tra oggi e domani al centro e al sud, ma sarà davvero poca cosa. Da ovest tornerà ad ergersi un muro anticiclonico con al suo interno temperature fuori da ogni senso e logica, basti pensare che tra mercoledi 14 e giovedi 15 febbraio si toccheranno sull’Europa occidentale anomalie al rialzo comprese tra 10 e 12° rispetto ai valori normali.

La nuova percussione calda verrà seguita da un disturbo che potrebbe manifestarsi tra venerdi 16 e sabato 17 febbraio con qualche pioggia qua e la, ma la situazione sinottica resterà controllata quasi per intero dall’alta pressione.

La prima mappa è la media degli scenari del modello americano valida per martedi 20 febbraio:

Notiamo il solito gobbone anticiclonico posizionato sull’Europa occidentale, ma con interessamento anche della nostra Penisola con tanta stabilità e mitezza. Solo le regioni meridionali potrebbero essere interessate da qualche disturbo da nord, ma si tratterà davvero di poca cosa.

A seguire potrebbe tornare il freddo e l’inverno? E’ molto difficile, ma qualcosa cambierà lo stesso. La media degli scenari del modello americano valida per venerdi 23 febbraio mostra la riapertura del corridoio nord Atlantico, con perturbazioni e piogge in arrivo sulla nostra Penisola, ma in un contesto non particolarmente freddo:

Il taglio delle correnti da nord-ovest, ovvero dal nord Atlantico, ci suggerisce che il clima non sarà mitissimo, ma assolutamente non freddo, anche se la neve sulle Alpi non mancherà.

Il modello europeo, nella sua media e per il medesimo giorno (venerdi 23), non è però d’accordo e mostra un’invadenza ancora elevata dell’alta pressione sull’Italia nel medesimo lasso temporale, con condizioni stabili e miti quasi ovunque.

RIASSUMENDO: alta pressione e mitezza praticamente certa, al netto di qualche disturbo, almeno fino al giorno 20 febbraio. A seguire probabile intervento delle correnti nord atlantiche e nuove piogge sull’Italia, anche se l’alta pressione potrebbe avere anche vita più lunga. Sono al momento scarse le possibilità che la nostra Penisola possa essere interessata da ondate di freddo o da un clima invernale; nei prossimi giorni faremo comunque il punto della situazione in base alle nuove emissioni dei modelli, continuate quindi a seguirci.