18:45 13 Giugno 2024

Caldo africano a tutta forza tra pochi giorni, temperature esagerate!

Potente ondata di caldo confermata su più di mezza Italia. Temperature da capogiro!

Il caldo nordafricano si sta concedendo una piccola pausa nelle ultime ore grazie all’avvento di aria più fresca proveniente dall’Atlantico, che sta generando anche parecchi temporali soprattutto sulle regioni centrali. Quest’area un po’ più gradevole ci farà compagnia fino a sabato, dopodiché da domenica in poi le temperature cominceranno a salire nuovamente grazie al nuovo rinforzo dell’anticiclone subtropicale su tutto il Mediterraneo.

Domenica avrà inizio la seconda ondata di caldo di questa stagione estiva, cominciata da appena due settimane, e pare proprio che possa rivelarsi ancor più intensa della precedente. Basti pensare che la prossima settimana quasi tutta la nostra penisola vedrà temperature pesantemente anomale, ovvero di almeno 10 °C superiori alle tipiche medie del periodo. Non solo il centro-sud e le isole maggiori, ma anche la Pianura Padana e l’arco alpino vedranno temperature molto superiori alle tipiche medie di giugno.

L’apice di questa forte ondata di caldo è atteso su tutta Italia tra lunedì, martedì e mercoledì, dopodiché nella seconda metà della prossima settimana potrebbe concentrarsi essenzialmente sulle regioni del sud, dove a più riprese potremo superare i 40 °C nei settori interni.

Di seguito possiamo osservare le temperature massime previste da martedì 18 giugno, quando l’ondata di caldo comincerà a farsi decisamente seria su tutto lo stivale. Possiamo notare picchi di oltre 34 o 35 °C da nord a sud, prevalentemente nei settori interni, mentre sulle coste avremo qualche grado in meno, ma anche tanta umidità che renderà il caldo particolarmente afoso.

La massima estensione del caldo è prevista nella giornata di mercoledì 19 giugno, come possiamo notare dalle temperature massime previste durante il pomeriggio. Spuntano picchi di 39 °C sulla Val Padana, specie tra basso Veneto e la Bassa Lombardia ed Emilia Romagna, e nelle zone interne del centro-sud.

Nei giorni successivi il caldo potrebbe pian piano attenuarsi sulle regioni del nord, mentre avremo caldo ancora molto intenso e a tratti estremo sulle regioni meridionali.