08:23 29 Febbraio 2024

Il MALTEMPO detta legge in Italia, ecco chi rischierà il DILUVIO tra oggi e domani

Il vortice depressionario impegnerà l'Italia nella giornata odierna ed in quella di domani, proponendo piogge anche intense, ma accompagnate da temperature molto miti. Il punto della situazione con gli ultimi aggiornamenti dei modelli.

Questa mattina iniziamo subito con l’immagine satellitare in movimento per fare chiarezza in una situazione davvero complessa:

Il perno della depressione, come era nelle attese, si è spostato ulteriormente verso sud ed ora risulta centrato sul Canale di Sardegna. Il ricciolo nuvoloso raggiunge più direttamente il meridione e parte del centro dove oggi avremo i fenomeni più intensi. Le regioni settentrionali, ad eccezione dell’Emilia Romagna e del basso Veneto, stanno avendo una parziale tregua anche se il cielo risulta spesso coperto. Nella giornata di domani, venerdì, avremo una ripresa delle piogge anche al nord, ma facciamo parlare le mappe.

La prima mostra la sommatoria delle precipitazioni attese in Italia fino alle 7 di domani mattina, venerdi 1 marzo:

MALTEMPO al centro e al sud, specie nelle aree interne, dove si attendono piogge anche molto intense e rovesci. Maltempo anche sulla Puglia e il settore ionico. Al nord piogge inizialmente sull’Emilia Romagna, ma tra la sera, la notte e la prima mattinata di domani si estenderanno anche alle restanti pianure. Più asciutto il tempo su Liguria e alto Tirreno.

Temperature nel complesso miti. Ecco il quadro dei valori termici attesi oggi pomeriggio attorno alle ore 15:

Punte di 16-17° diffuse al sud, ma anche lungo il Tirreno. Un po’ più freddo solo sull’estremo nord-ovest e le aree interne dell’Appennino centro-meridionale.

Infine, questa è la sommatoria delle precipitazioni attese in Italia nell’arco della giornata di domani, venerdi 1 marzo:

Come anticipato, tornerà il maltempo al nord con piogge anche di un certo peso sulla Lombardia e il Piemonte. Rovesci sparsi al centro-sud e sulla Sardegna, più asciutto il tempo sulle estreme regioni meridionali. Temperature sempre molto miti e quote neve elevata.