10:41 29 Maggio 2024

Tra venerdi e sabato valzer di TEMPORALI INTENSI su alcune regioni

Una saccatura nord atlantica ricolma di aria fredda darà filo da torcere nelle giornate di venerdi e sabato su diverse aree della nostra Penisola con temporali anche intensi. Facciamo il punto su quali regioni saranno maggiormente coinvolte dai fenomeni.

Dopo la fase variabile che sta attualmente interessando l’Italia, il maltempo tornerà ad inasprirsi soprattutto sulle regioni settentrionali nelle giornate di venerdi 31 maggio e sabato 1 giugno. Merito o demerito di una spigolosa saccatura ricolma di aria fredda nord atlantica che interesserà quasi tutta l’Europa centrale e il centro-nord della nostra Penisola nella seconda parte di questa settimana.

I primi temporali organizzati saranno presenti su alcuni settori del nord già nella giornata di domani, ma sarà tra venerdi e sabato che il maltempo darà il peggio di se su queste aree, estendendosi in parte ad alcuni settori del centro-sud.

La prima mappa mostra la sommatoria dei fenomeni attesi in Italia nell’arco della giornata di venerdi 31 maggio:

I temporali più intensi colpiranno il nord-est ed in parte anche la Lombardia con grandinate, colpi di vento ed accumuli piovosi di tutto rispetto. Sul Piemonte e sulla Liguria nella mattinata di venerdi si potrebbe attivare uno “stramazzo”, ovvero una linea di temporali in marcia da nord-ovest verso sud-est seguita da condizioni più secche e favoniche. I temporali potrebbero raggiungere anche parte della Toscana, quantomeno la parte settentrionale ed interna, mentre tra il basso Lazio e la Campania arriveranno rovesci e qualche temporale dal Tirreno, ma di intensità minore rispetto ai temporali presenti al nord. Su tutte le altre regioni non si prevedono fenomeni ed il tempo sarà spesso soleggiato come ad esempio sulle Isole.

Passiamo adesso alla giornata di sabato 1 giugno, primo giorno dell’estate meteorologica:

I temporali più forti si sposteranno al nord-ovest, specie sul Piemonte, anche se qualche fenomeno temporalesco non sarà escluso sul restante settentrione, specie sul Triveneto. Qualche rovescio o temporale a base alta sarà presente tra la Sardegna e le coste del basso Tirreno, ma con accumuli scarsi, per il resto tempo variabile, con belle schiarite e basso rischio di fenomeni.