14:48 1 Marzo 2024

Perturbazioni senza sosta, aggiornamenti votati al maltempo del modello americano

Perturbazioni atlantiche a raffica verso l'Italia per altri 10 giorni. Culmineranno col freddo da est?

Oggi comincia ufficialmente la Primavera meteorologica, una stagione che pare profilarsi decisamente poco primaverile in questo avvio, come più volte accennato nei giorni scorsi.
Ebbene non si intravedono anticicloni invadenti come successo a più riprese nel corso dell’Inverno, bensì saranno le perturbazioni atlantiche le grandi protagonista di questa prima decade di marzo.

Dopo l’ennesimo ciclone ricco di maltempo che sferzerà l’Italia tra 3 e 4 marzo, si prevedono altre perturbazioni una dopo l’altra. Il modello americano regala almeno ben quattro ondate di maltempo in questo primo scorcio della primavera meteorologica.
Escludendo quella del week-end, spunta un’altra veloce perturbazione tra 5 e 6 marzo, con piogge più presenti al nord.

A seguire la porta atlantica potrebbe letteralmente spalancarsi e favorire l’ingresso di un altro profondo ciclone che garantirebbe piogge sostanziose su buona parte d’Italia, seppur con quota neve elevata. Tale perturbazione entrerebbe in azione tra 8 e 10 marzo.

Successivamente si ipotizza la formazione di un tunnel tra Atlantico ed est Europa, una sorta di collegamento che favorirebbe la discesa di aria fredda da est pronta ad interagire con le perturbazioni atlantiche. Dunque, in poche parole, altre occasioni di maltempo per l’Italia, con la novità di possibili nevicate a quote più basse. Tuttavia ci siamo spinti troppo oltre, per cui su questo ipotetico peggioramento dovremo tornarci nei prossimi giorni.

La pioggia quantomeno sembra garantita, in quantità decisamente importanti. Nei prossimi 10-11 giorni si prevedono accumuli totali fino a 250-300 mm sul Nordovest, ma in ogni caso gran parte d’Italia riceverebbe nuove preziose precipitazioni.