10:36 2 Marzo 2024

Ciclone insidioso a breve in Italia: ecco i rischi

Altra forte perturbazione in arrivo. Rischio nubifragi al Nord-ovest.

Ennesimo risveglio perturbato quest’oggi per il nord, dove piove su tante località a causa dei residui effetti del ciclone dei giorni scorsi. Il fronte occluso sta regalando piogge deboli o moderate, ma abbastanza continue, specie su Lombardia, Trentino e Veneto. Qualche rovescio sparso anche sul lato tirrenico, mentre altrove è in atto una pausa dal maltempo.

Ma è solo questione di poche ore, in quanto si sta velocemente avvicinando un ciclone dall’Atlantico particolarmente insidioso che causerà un sensibile peggioramento nel corso di questo week-end.
Una massa d’aria più fredda nord-atlantica scivolerà a breve su Francia e Mediterraneo, andando ad approfondire un ciclone tra la costa Azzurra e il mar Ligure. Questo ciclone, con un minimo di pressione vicino ai 995 hpa, determinerà un peggioramento importante su tutto il nord ed il lato tirrenico.

Insomma sarà il Nordovest il settore più colpito da piogge, nevicate e potenziali nubifragi. Domenica sarà la giornata più perturbata con piogge diffuse e forti, tanto che potrebbero precipitare oltre 150-200 mm a ridosso dei monti tra Piemonte e Valle d’Aosta. Piogge diffuse e localmente forti anche in Liguria e Lombardia. Pian piano le piogge si estenderanno al Nordest e le regioni tirreniche. Le forti precipitazioni previste sul Nord-ovest potrebbero causare dei disagi e ingrossamenti dei corsi d’acqua.

Entro lunedì avremo il passaggio di un veloce fronte instabile anche al sud, seppur in maniera più blanda rispetto al nord Italia. Di seguito le piogge totali previste fino a lunedì sera:

Le concentrazioni maggiori le troviamo al nord e sul lato tirrenico, mentre sul lato adriatico pioverà meno. La neve scenderà solo in montagna, specie al Nord-ovest, oltre i 1000-1200 metri di quota. Gli accumuli saranno molto spessi sulle Alpi occidentali, dove addirittura si prevedono fino a 150 cm di neve in 36 ore.