14:31 10 Giugno 2024

Meteo 7 giorni: Italia crocevia di NUBIFRAGI e CALDO INTENSO, ma nel week-end…

Gran parte di questa settimana trascorrerà con l'Italia spaccata in due dal punto di vista atmosferico, tra temporali e caldo intenso. Nel fine settimana potrebbe invece emergere una novità, vediamo di cosa si tratta.

Ancora tanti temporali al nord che faranno da contro altare al caldo intenso che interesserà segnatamente le estreme regioni meridionali. La situazione sinottica a scala europea resterà praticamente bloccata fino alla giornata di giovedi 13 giugno; a seguire l’alta pressione proverà a salire in cattedra portando l’estate al centro e al sud, mentre il nord seguiterà ad essere lambito dal flusso atlantico con ancora qualche temporale, ma in misura minore rispetto ai giorni precedenti.

Iniziamo con la mappa sinottica attesa in Italia nelle ore centrali della giornata di mercoledi 12 giugno:

Notiamo l’Europa centro-occidentale alle prese con una lacuna barica che invierà ancora correnti sud-occidentali in direzione della nostra Penisola. Viceversa, la parte sud-orientale (segnatamente la Penisola Ellenica e l’Egeo) sarà interessata da continue rimonte dell’alta pressione africana, che oltre alla stabilità darà origine a temperature molto elevate.

Per ciò che concerne l’Italia, questa situazione sarà causa di temporali al nord che a tratti potrebbero sfondare anche al centro specie nei settori interni, in un contesto termico abbastanza gradevole; il meridione, soprattutto le aree estreme, resteranno invece sotto l’ala protettiva dell’alta pressione africana ed avranno tempo stabile e caldo.

La situazione resterà praticamente immutata anche nella giornata di giovedì 13 giugno, mentre venerdì 14 giugno l’alta pressione proverà ad estendersi in parte verso nord, facilitata da un lieve rinculo della struttura depressionaria più ad ovest. Ecco infatti le prospettive del modello americano imbastite per la giornata di sabato 15 giugno:

Alta pressione, bel tempo e caldo al centro e al sud con valori termici anche molto elevati su Sicilia ed aree estreme. Un po’ di variabilità sarà invece ancora presente al nord, con clima meno caldo e la possibilità di qualche temporale che potrebbe frequentare le aree alpine e le alte pianure specie tra il pomeriggio e la serata.

In definitiva, la settimana si è aperta con la reiterata possibilità di temporali talora intensi sulle regioni settentrionali, mentre il meridione presenta temperature superiori alle medie del periodo, specie sulle regioni estreme. Di tanto in tanto, anche le regioni centrali sono interessate da temporali specie la Toscana e le aree interne in genere. Nei prossimi giorni la situazione resterà quasi immutata: saranno ancora possibili temporali al nord ed a tratti al centro, mentre il sud seguiterà ad avere temperature piuttosto elevate. Questa dicotomia climatica andrà avanti almeno fino a giovedi 13 giugno, poi nel fine settimana è prevista una parziale rimonta dell’alta pressione che interesserà in parte anche il nord.