20:40 18 Aprile 2024

Spunta il TEPORE dopo il maltempo, ce la farà il 1° Maggio?

Maltempo per giorni confermato, con aria fredda al seguito, ma spuntano i tepori tardo-primaverili!

Dopo svariate settimane di stabilità e temperature fin troppo elevate per il periodo, stiamo nuovamente facendo i conti con clima più freddo e di stampo tardo invernale. Tutto merito di una vasta irruzione di aria fredda di origine artica che ha invaso prima l’Europa centro orientale e da poche ore si è riversata anche sul Mediterraneo, favorendo un diffuso calo delle temperature, le quali si sono riportate al di sotto delle medie del periodo.

Questa aria fredda ci farà compagnia per diversi giorni, almeno fino a metà della prossima settimana, garantendo tanta instabilità a causa di almeno due perturbazioni che scorreranno sul Mediterraneo nei prossimi giorni ed anche grazie alla tipica instabilità primaverile, ovvero i classici temporali pomeridiani che a più riprese si svilupperanno nei settori interni della nostra penisola.

Il tempo potrebbe rivelarsi incerto e inaffidabile anche nella festa della liberazione, ovvero il 25 Aprile, soprattutto sul centro-sud Italia. Questo significa che le temperature faticheranno a salire, poiché mancherà un vero e proprio contributo caldo subtropicale in assenza dell’anticiclone che aveva fatto la voce grossa nella prima parte del mese.

Tuttavia, analizzando le simulazioni modellistiche, si comincia ad intravedere un cambiamento verso la fine di Aprile e l’inizio di maggio. Le correnti fredde settentrionali potrebbero gradualmente ritirarsi col passare dei giorni, lasciando spazio a correnti più tiepide provenienti da sud che proprio sul finire di Aprile potrebbero già invadere parte della nostra penisola.

E così arriviamo al 1 maggio, una festa dei lavoratori che si prospetta abbastanza più tiepida su gran parte d’Italia, in maniera particolare al sud dove la colonnina di mercurio potrebbe nuovamente superare i 23 o i 24 °.

Ma attenzione, poiché al momento non si prevede tempo stabile su tutta Italia grazie a un solido campo di alta pressione. In effetti, l’arrivo di quest’area tiepida subtropicale potrebbe essere semplicemente una risposta a una profonda saccatura che andrà a coinvolgere l’Europa occidentale e il nord della nostra penisola.

Questo significa che potremmo assistere a due scenari meteo molto diversi da nord a sud: il Nord potrebbe fare i conti con piogge e temporali anche piuttosto forti con temperature sotto le medie del periodo, mentre il sud e gran parte del Centro Italia potrebbe vivere un 1 maggio un po’ più stabile e soprattutto molto più tiepido grazie ai venti di scirocco.