17:31 11 Gennaio 2024

Meteo 7 giorni: gennaio confuso tra Inverno e Primavera

Gran caos meteorologico in Europa nei prossimi sette giorni. Dal gelo estremo alla mitezza

La seconda decade di gennaio da poco cominciata mostrerà chiari segni di confusione a livello meteorologico sul Vecchio Continente. La discesa di vastissime masse d’aria gelida artica verso la Scandinavia sta senz’altro creando delle anomalie e sarà responsabile di improvvisi mutamenti del tempo anche sul resto del continente.

L’aria gelida tenderà a riversarsi sull’Atlantico settentrionale, dove andrà a rafforzare una serie di basse pressioni, secondo il classico schema “NAO positiva“, che per l’Italia rappresenta un malus in ottica invernale. Queste depressioni in pieno Atlantico andranno a generare richiami miti verso l’Italia, andando a creare una netta contrapposizione termica tra il Mediterraneo e il nord Europa.

Insomma in questo caos meteorologico l’Italia rischia di uscirne con le ossa rotte, a causa delle solite correnti sud-occidentali che determinerebbero nuovi repentini aumenti di temperatura. Nel pieno dell’inverno, momento in cui la natura e le montagne hanno bisogno di freddo e neve, previsioni di questo tipo sono senz’altro deleterie.

Diventa sempre più probabile, dunque, l’arrivo di sbalzi termici notevoli: ad inizio settimana (mappa sopra) avremo modesti sbuffi freddi verso l’Italia, in grado di regalare temperature invernali; tuttavia subito dopo, tra 17 e 19 gennaio, si attiveranno venti sud-occidentali che faranno impennare le temperature ben oltre le medie del periodo.

Ma entriamo nel dettaglio e vediamo cosa ci aspetta giorno per giorno:

Venerdì 12 gennaio: ultime piogge al sud, migliora sul resto d’Italia. Fiocchi di neve sull’Appennino meridionale fino a 900 metri. Temperature in lieve calo.

Sabato 13 gennaio: stabile su tutta Italia, torna l’alta pressione. Lieve aumento termico ma clima ancora freddo.

Domenica 14 gennaio: nubi basse in aumento sul lato tirrenico, più stabile altrove. Possibili piogge in serata su Toscana e Lazio. Temperature stazionarie.

Lunedì 15 gennaio: velocissimo impulso instabile sul Meridione, più secco al nord e alto Tirreno. Temperature stazionarie o in lieve aumento

Martedì 16 gennaio: ultime piogge al sud, migliora rapidamente ovunque.

Mercoledì 17 gennaio: stabile ovunque, torna l’alta pressione. Temperature in netto aumento.

Giovedì 18 gennaio: da confermare un veloce impulso instabile sulle regioni centrali. Temperature in aumento ovunque, ben oltre le medie.

Cosa ci aspetta a 15 giorni? Leggi qui >>>

 Controlla sempre le previsioni dettagliate e specifiche per la tua città, continuamente aggiornate:

>>> ROMA
>>> MILANO
>>> NAPOLI

>>> altre località