13:05 29 Novembre 2023

Tre giorni di forte LIBECCIO, che impennata delle temperature!

 

Le perturbazioni atlantiche stanno riprendendo il sopravvento dopo la breve ma intensa incursione fredda artica dello scorso week-end. Col ritorno delle perturbazioni da ovest è chiaro che buona parte d’Italia si ritroverà alle prese con un aumento delle temperature ed anche con venti piuttosto sostenuti. 
Sarà proprio la perturbazione in arrivo da domani, la diretta responsabile di un deciso rinforzo dei venti di libeccio su più di mezza Italia.

Ci aspettano almeno tre giorni di vento e clima più tiepido su centro, sud e isole maggiori: si tratterebbe di uno scenario piuttosto inusuale per l’avvio di dicembre, considerando che le temperature rischiano di superare addirittura i 22-23°C nei valori massimi.

Il forte vento sarà presente già da questo giovedì 30 novembre: le raffiche potranno superare i 70-80 km/h lungo l’Appennino centrale, sin verso Campania e Subappennino Dauno. Vento in rinforzo anche sulla Sicilia settentrionale, Sardegna e Alpi piemontesi.

Il picco del forte di libeccio è previsto tra venerdì sera e le prime ore di sabato, quando le forti raffiche rischiano di superare i 90-100 km/h tra Romagna, Marche, Abruzzo e Molise. Raffiche del genere sarebbero catalogabili come venti di burrasca forte o addirittura tempesta, pertanto in grado di causare dei danni e disagi. Il vento si farà sentire anche sul resto del centro, del sud e finanche su Liguria e arco alpino con raffiche indicativamente tra i 30 e 70 km/h. 

I venti da sud-ovest traghetteranno inevitabilmente aria più tiepida dal nord Africa. Le temperature, infatti, saliranno già da domani su tutto il centro e il sud, mentre resisterà uno strato freddo sulle regioni del nord. Da notare le massime prossime ai 20-21°C su diversi settori di Sardegna e Sicilia:

Ancor più mite venerdì. L’avvio di dicembre vedrà temperature massime fino a 21-22°C sulle isole maggiori e fino a 18-20°C su coste adriatiche e Calabria. Molto più freddo al nord, dove un cuscinetto freddo resisterà tenacemente ai venti meridionali.

Il tepore sarà presente fino a sabato 2 dicembre, principalmente al sud:

Autore : Raffaele Laricchia