Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Inizio di settimana: la terza ONDATA DI FREDDO di fila è realtà, dove nevicherà?

In primo piano - 2 Dicembre 2021, ore 12.00

Non ci sono più dubbi sul destino della terza irruzione artica in appena sette giorni, quella di cui vi avevamo già parlato in questo articolo. Questa nuova incursione fredda è confermata da tutti i modelli matematici e coinvolgerà l'Italia tra il week-end e l'inizio della prossima settimana regalandoci nuove giornate pienamente invernali e bianche sorprese fino a quote collinari.

L'ondata di maltempo avrà inizio già domenica, ma il tutto avverrà in un contesto leggermente più "mite" a causa del solito innesco di correnti tiepide meridionali che anticipano l'aria fredda. Solo il nord Italia non sarà intaccato dal rialzo termico.

L'ingresso effettivo dell'aria fredda su tutta Italia è previsto tra lunedì e martedì ed anche su questo passaggio ormai non ci sono più dubbi. Il calo termico ci sarà e sarà sostanzioso da nord a sud, tanto che la colonnina di mercurio potrà scendere fino a 4 o 5°C sotto le medie del periodo (vedi mappa successiva). Insomma una situazione non molto diversa dall'episodio freddo della scorsa settimana. 

Gli unici dubbi riguardano l'esatta collocazione dei fenomeni e delle nevicate, ma per quei dubbi purtroppo bisognerà attendere quantomeno la giornata di sabato per poterli colmare. 

Dalle prime mappe della probabilità della caduta di pioggia, è evidente che siano le regioni centrali e meridionali i veri obiettivi della perturbazione. La mappa seguente si riferisce alla possibilità di precipitazioni nell'intera giornata di lunedì (in arancione le possibilità più alte, in bianco le possibilità prossime allo zero).

Dove nevicherà? È la domanda senza dubbio più gettonata del momento, per cui proveremo a dare una risposta esaustiva. 
La neve sarà sicuramente protagonista in Appennino con accumuli abbondanti oltre i 1000 metri di quota, ma grazie al repentino calo delle temperature che avrà inizio da lunedì è molto probabile che la quota neve possa scendere ben più in basso.
Su Marche, Abruzzo, Toscana, Umbria e Molise i fiocchi bianchi potrebbero scendere fin sui 500-600 metri di altitudine, mentre su Campania, Puglia, Sardegna, Basilicata, Calabria oltre i 700-800 metri. Neve più in alto in Sicilia

Dalla mappa relativa alla probabilità di precipitazioni nevose tra domenica sera e lunedì sera, emerge il maggior rischio di neve per l'Appennino centro-settentrionale fino a quote di collina. Possibilità basse al nord, ma in questo caso i fiocchi arriverebbero a quote inferiori.

E al nord? Il settentrione resterà, come ormai da diversi episodi, ai margini del maltempo più rilevante. Il Nordovest probabilmente si ritroverà totalmente fuori da piogge e nevicate, mentre il Nordest vedrà fenomeni rapidi tra domenica e le prime ore di lunedì. Un po' di neve arriverà sulle Alpi orientali, mentre qualche fiocco potrebbe scendere fino a quote molto basse su Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna (a tratti fin sui 200-300 metri).


Autore : Raffaele Laricchia

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum