Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La depressione d'Islanda si è svegliata

Probabile svolta nel tempo europeo entro la metà della prossima settimana.

Meteo 7 giorni - 22 Novembre 2001, ore 16.02

L'alta pressione che per oltre due mesi ha stazionato sull'Europa centro-occidentale sembra subire una prima battuta d'arresto almeno in quota. Lo andiamo ormai dicendo da tre giorni e oggi ne siamo ancor più convinti. Il cedimento si consumerà dapprima in quota nella giornata di martedì 27 sulla Francia con una stretta saccatura che richiamerà tiepidi venti di Libeccio. Da notare che nel frattempo il nord-ovest si sarà decisamente raffreddato e la nebbia prevista per lunedì potrebbe preparare il terreno a nevicate a quote anche modeste su Piemonte ed ovest Lombardia tra martedì e mercoledì, ma non è questa la cosa più importante e oltretutto si tratta di una semplice ipotesi. Molto più importante invece sottolineare come questo fronte avanguardista spinga la depressione d'Islanda ad osare di più, mettendo temporaneamente all'angolo l'alta pressione. Bisognerà capire se quel minimo di 987 mb previsto per la prossima settimana al largo dell'Inghilterra riuscirà a scavarsi un varco ad ampio respiro o troverà nel bordo dell'alta un muro granitico su cui sbattere la testa, con la conseguenza di lanciare fronti a ripetizione nella spirale della velocissima corrente a getto da nord-ovest che non farebbe altro che regalarci un periodo sostanzialmente noioso e mite con perturbazioni che si infrangerebbero in gran parte contro la catena alpina. La depressione d'Islanda dovrà puntare bene i piedi, costruire delle onde depressionarie sud-occidentali che siano favorevoli alle precipitazioni sull'Italia e alla neve su Alpi e Appennini. Chiaro che il sud-ovest non dovrà trasformarsi in Scirocco con rimonta dell'alta pressione afro-mediterranea. In quel caso saremmo punto a capo, ma almeno un'innaffiata generale con alternanza di onde e fugaci promontori sarebbe augurabile. E l'anticiclone siberiano che ha messo il naso oltre gli Urali? Al momento la sua presenza sembra assolutamente passare inosservata. Ha piazzato 1040 mb sui Timani e aspetta. Cosa aspetterà mai? Il passaggio di un bel nucleo di aria fredda in quota naturalmente per gonfiarsi ancora di più, anche se "la Sfera" è molto pessimista riguardo ad una sua presunta ulteriore crescita.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum