Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

CLAMOROSO! Il COVID-19 forse era partito a gennaio tra i bambini!

Si fa strada un'ipotesi alla quale molti avevano pensato senza essere medici e che ora hanno confermato anche i dottori del Buzzi di Milano.

Editoriali - 30 Aprile 2020, ore 09.30

L'ospedale pediatrico Buzzi di Milano avanza l'ipotesi a cui molti avevano pensato quando, al rientro delle vacanze natalizie, nelle scuole lombarde c'era stata un'epidemia influenza cosi estesa da decimare classi intere per settimane, sino a colpire anche il corpo insegnanti e a costringere i dirigenti scolastici ad emettere una circolazione in cui NON si assicurava il regolare svolgimento delle lezioni, un evento già avvenuto in passato per una forma di gastroenterite natalizia, ma comunque raro.
 
Ecco la circolare tratta da una scuola di Trezzano sul Naviglio (MI), datata 3 febbraio, inizialmente con una percentuale del 10% dei docenti coinvolti, che nel volgere di breve sarebbero poi diventati molti di più:

Secondo il direttore responsabile di pediatria del Buzzi Zuccotti a gennaio sono stati registrati casi clinici nei bambini assolutamente atipici con febbre e tosse che NON passavano mai".

Secondo lui il covid-19 potrebbe essere partito prima in età pediatrica, come hanno pensato molte famiglie ricordando quelle settimane pazzesche, con i bambini messi a dura prova da una febbre e da una tosse secca senza sosta. Mamme disperate perché erano costrette ad assentarsi dal lavoro, bambini che non guarivano.

Chi riveste il ruolo di direttore sportivo di una società calcistica di ragazzi nel Milanese ha assistito personalmente a questa decimazione, che ha coinvolto anche molti genitori con casi di polmonite sorprendenti e settimane di assenza agli allenamenti.

A confermare questa tesi di Zuccotti c'è anche l'epidemiologo Tirani. La notizia ha trovato spazio anche su molti quotidiani; andrebbe a cadere dunque la storia un po' fantasiosa e forzata "dell'untore" di Codogno arrivato dalla Germania a febbraio, che avrebbe diffuso l'epidemia a macchia di leopardo. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum