Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Un po' di pioggia da metà mese, poi tutti gli scenari aperti

C'è aria di smobilitazione per l'inverno, ma un colpo di coda è ancora ampiamente possibile nell'ultima parte del febbraio, sempre che non intervenga nuovamente qualche anticiclone pazzo. Da rimarcare comunque da metà mese il passaggio di corpi nuvolosi e la possibile formazione di una depressione, che potrebbe ripulire un po' l'aria delle nostre città.

La sfera di cristallo - 9 Febbraio 2011, ore 14.30

Siamo stufi di correre dietro ad un inverno che è sparito e che sul Mediterraneo farà davvero fatica a rientrare, semmai si decidesse di farlo. Parlo dell'inverno in grande stile, quello con la I maiuscola, quello che viene da est e parla russo, tanto per intenderci.

Anche se ce la facesse non potremmo fare a meno di catalogarlo come colpo di coda, perchè indietro non si torna, impensabile possa trattarsi di un episodio di più di 3-4 giorni. Il sole picchia ormai e le giornate sono sempre più lunghe.

Siamo anche stufi di parlare di inquinamento: qui per rimediare alla grande orgia "polveristica" dell'ultimo mese bisognerebbe bloccare il traffico, chiudere fabbriche e scuole e spegnere il riscaldamento delle case per almeno una settimana.

Gli anticicloni fanno parte della nostra storia invernale, che ci piaccia o non ci piaccia, si erano presi una pausa per qualche anno, mentre ora sono tornati e lo spettro degli anni 80-90 si è nuovamente materializzato, con la differenza che, rispetto ad allora, il traffico veicolare è aumentato esponenzialmente, così come il pendolarismo, mentre perlomeno in montagna sono in grado di far fronte alla penuria di neve con i cannoni e il turismo resiste.

La stasi della situazione dovrebbe interrompersi intorno a metà mese con il transito di una vera e propria depressione con tanto di pioggia e un po' di vento, ma intanto già dal fine settimana arriverà il fronte "apripista" come sottolineavamo già ieri. Un modesto ed umile gregario nella vigna dell'atmosfera per dirla col Papa. Porterà nubi irregolari e forse qualche piovasco. Sono certo che allora qualcuno avrà il coraggio di dire: "ancora acqua? Ma se è piovuto sino a ieri?"

La frenata della corrente a getto diverrà poi evidente con la formazione di onde perturbate più marcate, una delle quelle dovrebbe penetrare in modo più netto sull'Italia entro martedì 15 o mercoledì 16, favorendo precipitazioni più diffuse e anche qualche nevicata in quota. A frenare l'ìrruenza dell'Atlantico potrebbe pensarci la formazione del classico anticiclone scandinavo.

La possibilità che poi la depressione risucchi aria fredda dall'est europeo e si inneschi addirittura un blocco altopressorio a bicella che favorisca un'ulteriore discesa fredda nel Mediterraneo, ha al momento chances di successo non superiori al 25%.

C'è infatti ancora il rischio che l'anticiclone si faccia vivo o che l'atlantico spinga troppo.
Ne parla diffusamente il collega nella rubrica del "fantameteo". 

SINTESI PREVISIONALE SINO A MERCOLEDI 16 FEBBRAIO 2011:
Fino a venerdì 11: stasi meteorologica, foschia, strati bassi o nebbie sparse su bassure e zone costiere sempre possibili, per il resto soleggiato o velato. Ancora relativamente mite per la stagione durante le ore diurne.

Week-end 12-13: un po' di variabilità, tempo più chiuso al nord, dove potrebbe cadere anche un po' di pioggia, soprattutto domenica, brevi e sporadiche nevicate sulle Alpi oltre i 1200m. Isolati piovaschi anche al centro-sud, lieve o moderato calo delle temperature massime.

Lunedì 14: nuvolosità irregolare con schiarite alternate ad annuvolamenti. Basso il rischio di fenomeni. Temperature stazionarie e ancora inquinamento elevato.

Martedì 15 e mercoledì 16: concretizzazione del peggioramento con piogge sparse al centro-nord a partire da ovest, poi coinvolgimento anche del resto del Paese. Neve oltre i 1100-1300m sulle Alpi, oltre i 1400-1500m in Appennino. Ulteriore lieve calo termico, più sensibile nelle Alpi. Un po' di vento, specie al centro-sud con miglioramento della qualità dell'aria.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 02.26: A4 Torino-Milano

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Svincolo Greggio (Km. 67,5) e Svincolo Novara Ovest (Km. 82,9)…

h 02.17: A1 Roma-Napoli

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Pontecorvo (Km. 658,3) e Cassino (Km. 669,6) in entrambe..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum