Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

COLPO di CODA invernale: ecco il cammino dell'aria FREDDA sull'Europa e poi sull'Italia

L'aria fredda colpirà dapprima alcune nazioni del nord e del centro Europa, prima di tuffarsi attenuata nel cuore del Mediterraneo, con risvolti ancora da verificare.

In primo piano - 15 Marzo 2018, ore 09.23

Domenica 18 marzo l'arrivo di una figura depressionaria di origine atlantica nel Mediterraneo andrà a richiamare aria molto fredda dall'est europeo che, con moto retrogrado, raggiungerà diverse nazioni dell'Europa centrale, ma inizialmente anche il Regno Unito, portando venti forti e rovesci di neve.

La presenza della circolazione depressionaria in sede mediterranea, fungerà da esca per parte di questa aria fredda, che si tufferà dalla Francia verso Corsica e Sardegna e contemporaneamente aggirerà le Alpi dalla porta della Bora, sfondando così sul nostro Paese nel corso di lunedì e poi ancora sino a martedì.

Un nocciolo freddo in quota raggiungerà dunque il Tirreno centrale nel corso di lunedì, esaltando la circolazione depressionaria al suolo e favorendo temporali anche di tipo nevoso, specie lungo la dorsale appenninica, ma localmente anche a quote di pianura, pur con temperature al suolo di alcuni gradi al di sopra dello zero (più spesso cadrà grandine o gragnuola).

Nel contempo anche al nord seguiterà ad affluire aria fredda dalla porta della Bora, che potrà comportare brevi nevicate o rovesci nevosi, specie nella notte su martedì e sul settore occidentale e l'Emilia.

Il vortice depressionario si muoverà poi verso meridione nel corso di martedì e lì vi insisterà sino a giovedì 22, ricevendo ulteriori contributi freddi, segnatamente da nord-est questa volta.

Per questo motivo altro freddo arriverà sul settentrione e lungo l'Adriatico, rinnovando il rischio di nevicate a quote molto basse su tutta la dorsale appenninica del medio Adriatico, sul basso Lazio, la Campania, il Molise e infine su Lucania, Puglia e Calabria.

Per tutti i dettagli seguite comunque gli aggiornamenti!

NOTA BENE: quando una massa d'aria anche molto fredda durante una stagione intermedia non arriva direttamente nel cuore del Mediterraneo, ma attraversa prima diversi altri territori, è facile che finisca per riscaldarsi, soprattutto scendendo di latitudine, pertanto sarà abbastanza normale assisterne ad un ridimensionamento di portata da parte dei modelli avvicinandosi all'evento. Al momento però ci limitiamo a seguire ciò che esprime il modello. 

ATTENDIBILITA': per tutte le considerazioni espresse l'attendibilità dell'ingresso dell'aria fredda rimane comunque alta, ma sulla sua intensità restano dubbi e sui risvolti nevosi seguite gli articoli appositi.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.22: SS51 Di Alemagna

problema sdrucciolevole

Riduzione di carreggiata causa fondo stradale dissestato a 604 m prima di Incrocio Passo Cimabanche..…

h 20.21: A24 Roma-Teramo

coda incidente

Code per 2 km causa incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A25 Torano-Pescara (Km. 72) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum