Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ANGELINI: "vi dico come sarà l'inverno"

Tradizionale intervista settimanale con i redattori di Meteolive.

In primo piano - 4 Dicembre 2009, ore 11.10

REDAZIONE: ben ritrovato Angelini; allora, l'Italia alle porte del weekend sotto un tappeto di nubi. ANGELINI: buongiorno. Certo, si tratta di una perturbazione di origine atlantica, l'ultima di una nutrita serie, che sta portando diversi fenomeni, anche nevosi a quote basse al settentrione, come del resto era nelle attese. REDAZIONE: quindi ci dobbiamo aspettare un fine settimana di maltempo? ANGELINI: no, non direi. Smaltiti gli ultimi residui della perturbazione, il tempo ci regalerà una pausa di tempo discreto. Sabato le regioni più penalizzate saranno quelle del medio e basso versante adriatico, il nord della Sicilia e la bassa Calabria tirrenica, dove si potrà avere ancora qualche pioggia. Per il resto tempo in deciso miglioramento e addirittura soleggiato al nord e sulla Sardegna. Domenica nuove nubi in arrivo al settentrione nel corso della giornata, bello invece sul resto d'Italia, specie sulle Isole Maggiori. REDAZIONE: quando inizierà a fare freddo seriamente? ANGELINI: beh, su alcune regioni fa già piuttosto freddo; al nord ad esempio. Se parliamo del gelo allora per il momento siamo ancora lontani. REDAZIONE: si era prospettata una svolta in tal senso per la metà del mese, ci sono conferme o smentite? ANGELINI: lo scenario generale sta mantenendo sostanzialmente le posizioni, anche se ci sono alcuni aggiustamenti, soprattutto nella tempistica. Stiamo monitorando con estrema attenzione quanto avviene nella stratosfera, perchè probabilmente è proprio li la chiave di volta per capire le sorti di dicembre. REDAZIONE: è stato un novembre mite sull'Italia, perchè? ANGELINI: beh intanto aggiungo che lo è stato anche a livello globale. Per quanto concerne l'Italia dobbiamo tenere conto che siamo stati interessati nella fase iniziale da aria fredda, ma si è trattato solo di una breve parentesi. Per il resto i nostri termometri sono stati guidati prima dall'anticiclone nord-africano, poi correnti atlantiche che hanno richiamato flussi miti meridionali. Insomma una combinazione di fattori, sia locali che globali. REDAZIONE: una domanda cattiva ma d'obbligo: che inverno potrebbe essere? ANGELINI: le sorti del nostro inverno dipenderanno quest'anno da due fattori principali e, se vogliamo, opposti: El Nino e l'andamento dei venti stratosferici, il primo capace di plasmare a suo piacimento la corrente a getto e a innalzare gli anticicloni, i secondi pronti a scombussolarne le traiettorie e a far sprofondare depressioni. Una mia opinione? Dobbiamo guardare all'anticiclone siberiano, quest'anno ben presente; è da lì che potranno arrivare bianche sorprese.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum