Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ITALIA: news dalle regioni

Dai nostri corrispondenti...

Cronaca meteo - 2 Luglio 2003, ore 12.27

Le cronache di martedì primo luglio DAL CANTON TICINO: L'entrata di aria fresca atlantica che ha coinvolto le Prealpi non ha risparmiato il Ticino. La mattina di martedì si è aperta con cielo già coperto e minaccioso, con temperature non superiori ai 22 gradi, per lasciare poi spazio ad alcune schiarite alternate a rovesci tra mezzogiorno e le 15, quando si è toccato il valore massimo di 26.1 gradi. Da lì in poi l'instabilità ha preso il sopravvento, enormi congesti e cumulonembi accompagnati da repentini quanto violenti acquazzoni ed impetuose raffiche di vento con debole attività elettrica, che si sono scaricati in momenti diversi su varie parti del cantone (Sopraceneri soprattutto nel tardo pomeriggio e Sottoceneri in serata). A Lugano 8 gradi in meno e 40mm di pioggia sono stati il risultato prima delle ore 20 circa, quando è avvenuto un rapido rasserenamento ad opera di un debole Föhn che ha ripulito l'aria da umidità e nuvole. Report di Steve Sosio DALLA CAMPANIA Giornata calda anche quella di martedì in Campania, ma caratterizzata, rispetto ai giorni precedenti, da una presenza più costante di nubi basse marittime, pilotate da correnti sud-occidentali. Tali nubi si sono diradate nelle ore più calde, ma senza scomparire del tutto, ripresentandosi più consistenti a partire dal tardo pomeriggio comunque senza conseguenze. Le temperature massime sono rimaste pressochè stazionarie rispetto ai valori degli ultimi giorni, raggiungendo i 29°C a Napoli, i 30°C a Salerno ed i 33°C ad Avellino ed a Caserta. Da segnalare che il flusso di correnti meridionali attivatisi sulla regione ha reso il clima più afoso del solito incrementando, di conseguenza, il senso di disagio che mai come ieri è stato particolarmente avvertito. L'U.R. a Napoli alle 22,00 era del 95%, con una temperatura di 26°C ed una pressione di 1008hPa. Report di Luca Montella DALLA TOSCANA Poche novità di rilievo da segnalare nella giornata di ieri per la Toscana: unica segnalazione un deciso rinforzo dei venti (caldi) da SW con qualche raffica nel pomeriggio, richiamati dalla depressione "Parsifal" posizionata sull'europa centro-occidentale. Il cielo si è mantenuto sereno o poco nuvoloso su quasi tutta la regione ad eccezione delle zone appenniniche e sull'alta toscana che, a causa della particolare orografia (la Alpi Apuane a ridosso della costa) e con questo tipo di correnti, hanno visto una seria copertura di nubi medio-basse, ma senza fenomeni di rilievo. Anche altre zone al mattino hanno visto la presenza di nubi medio basse che poi su sono dissolte con il pomeriggio. Il regime termico è rimasto pressoché invariato, anzi, le temperature minime hanno avuto un leggero incremento risultando in alcuni casi le più alte registrate di questo scorcio di stagione. Ecco qui si seguito alcuni dati registrati alle ore 14: Arezzo 34 gradi (31 gradi alle 19.30) e 29% di umidità; Firenze 33 gradi e 38% di umidità; Grosseto 32 gradi e 51% di umidità; Pisa 33 gradi e 39% di umidità. Report di Alessandro Nardi DALLA VALLE D'AOSTA Temporali e temperature in marcata diminuzione hanno fatto da cornice alla giornata di ieri in bassa Valle. In termini di precipitazioni i maggiori accumuli si sono avuti ovviamente nelle zone di media e alta montagna piu' esposte ai temporali, ma non sono mancati fenomeni anche nei fondovalle dove in queste ultime settimane ha piovuto molto poco e le conseguenze sono ben visibili. Le precipitazioni che hanno interessato le diverse localita' della regione hanno colpito a "macchia di leopardo" in quanto i valori registrati presentano differenze da valle a valle, comunque la media e la bassa Valle d'Aosta è stata le piu' colpite, Donnas la piu' piovosa ha raggiunto i 17 mm. Inoltre si segnalano anche le vallate di Ayas e Champorcher dove si sono raggiunti i 10 mm. e per quanto riguarda la media Valleè Saint Christophe(paesino nei pressi di Aosta ) anch'esso intorno ai 10 mm., mentre in alta Vallée invece sono stati abbastanza scarsi gli accumuli infatti nessuna localita' ha superato i 5-6 mm. Il paese piu' caldo è stato Verres (situato in bassa Valleè) dove si sono raggiunti i 27,5°C mentre la temperatura minima spetta ad Ayas (1950 m.) che ha fatto registrare una minima intorno ai 5-6°, altra notizia importante riguarda l' abbassamento dello zero termico che e' sceso fin sotto i 3000 m., evento questo che non accadeva da diverse settimane. A Champorcher dopo un forte temporale in mattinata il cielo si e' gradualmente rasserenato, grazie anche le correnti tese da nord che hanno permesso inoltre alla temperatura di scendere di qualche grado, questi i valori registrati: temp. max. di 17,2°C e minima di 12,2°C. Report di Matteo Martuccio DALLA LOMBARDIA Rovesci anche intensi hanno interessato ad intermittenza nel pomeriggio le zone più settentrionali della regione, seguite da schiarite indotte dal Favonio. Sulle altre zone della regione si è verificato solo qualche isolato piovasco, che ha coinvolto anche alcuni quartieri di Milano nel tardo pomeriggio. Per il resto è stato il vento fresco da WSW il vero protagonista della giornata, con raffiche anche in pianura; la massima non ha superato i 30°C a Milano, fresco in montagna. Report di Paolo Galli

Autore : Redazione

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum