Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

INVERNO: ecco perché adesso è meglio che il vortice polare NON si divida!

Paradossalmente la spaccatura del vortice polare porterebbe conseguenze molto miti per la restante parte del gennaio e magari anche oltre.

In primo piano - 13 Gennaio 2021, ore 10.12

Un vortice polare che si spacca, è l'immagine che ieri è girata su molti portali meteo, perchè evento ormai piuttosto raro in questi ultimi anni. Una situazione direttamente collegata ad una stratosfera che ha subito un riscaldamento notevole dal 5 gennaio ad oggi e che continuerà ancora per parecchio stante le ultime emissioni.

Oggi questa divisione in due come una mela, questo split, per dirla tecnicamente, pare ridimensionarsi, e forse è meglio così se vogliamo bene all'inverno. Perchè? Cosa avrebbe comportato? 

Non sempre questi frazionamenti inducono a risvolti gelidi e nevosi in casa nostra, nella fattispecie avrebbero provocato un'inversione dei venti zonali alle alte latitutidini con il freddo che avrebbe percorso l'aria artica a ritroso senza mai trovare una valvola di sfogo verso sud, mentre in risposta alle nostre latitudini sarebbero spirate con costanza correnti sud occidentali miti e foriere magari di qualche pioggia ma anche disturbate dall'anticiclone, come negli inverni più miti ed incolori.

Meglio allora che a comandare siano i disturbi già presenti nel vortice polare di quest'anno senza eccessi, senza strafare, e infatti ecco che tra martedì 19 e mercoledi 20 gennaio già viene riproposto un affondo di un ramo del vortice polare diretto semplicemente verso il centro Europa sino a coinvolgere in parte anche l'Italia, magari ancora non nel modo sperimentato a dicembre, ma già basta cosi, per tenere alto il valore e l'onore dell'inverno.

Ecco una mappa emisferica prevista proprio per il 20 che segnala un vortice polare punzecchiato dall'aria mite in varie zone dell'aria artica e la conseguente discesa di sacche fredde verso sud come in un inverno normale:

Ecco nel dettaglio sull'Europa un risvolto perturbato possibile rispetto alla linea previsionale prospettata:

Questa correzione di rotta dei modelli potrebbe continuare anche nei prossimi giorni, pertanto seguite tutti gli aggiornamenti.

IN SINTESI
-meno probabile oggi la divisione in due del vortice polare, di conseguenza potrebbero ancora verificarsi nell'ultima parte del gennaio e per l'inizio di febbraio, scambi meridiani di calore con occasione per precipitazioni anche nevose sul nostro territorio.

 


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum