Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La parentesi anticiclonica dal 30 gennaio al 2 febbraio

A cavallo tra gennaio e febbraio il tempo ci proporrà una breve ma significativa fase di tempo bello e relativamente mite per la stagione. Vi spieghiamo i motivi, le conseguenze e la durata di questa parentesi.

Ti segnaliamo - 23 Gennaio 2013, ore 10.35

 Nel cuore dell'inverno a cavallo tra i mesi di gennaio e di febbraio, tutto ci si può aspettare ad eccezione di una sortita anticiclonica che allontana bruscamente i normali rigori della stagione. A dire il vero, soprattutto prendendo in considerazione l'andazzo preso dagli ultimi inverni, le parentesi anticicloniche sono diventate via via più frequenti e prolungate, fino ad abbraciare addirittura settimane intere. 

In questo caso però la causa della resurrezione anticiclonica va ricercata nell'iper attività del lobo canadese del vortice polare. Come dire, più il vortice canadese spinge e si approfondisce e più l'alta pressione si erge verso le medie latitudini. Questo accade in virtù della legge fisica della "continuità della massa". Queste situazioni, se non evolvono in blocco, tendono comunque a risolversi nel giro di qualche giorno.

E' quello che accadrà tra il 30 gennaio e il 2 febbraio prossimi: intensa pulsazione del vortice canadese, con spinta dello stesso lungo i meridiani americani (ondata di gelo in vista per Canada e USA), infittimento del gradiente di pressione tra il blocco gelido e la circolazione delle medie latitudini, quindi intensificazione della Corrente a Getto Polare con proiezione della stessa verso l'Atlantico e l'Europa.

Qui la spinta dinamica ad opera del getto, creerà un accumulo di masse d'aria alle quote superiori, con sfogo delle stesse verso il basso (correnti discendenti) e nascita dell'anticiclone (fase di tempo bello e relativamente mite sull'Europa centro-occidentale e sull'Italia).

Focalizzando l'attenzione sul nostro Paese, si prevedono pertanto in quei giorni condizioni di bel tempo ovunque (ad eccezione di qualche nota di instabilità al sud lambito da correnti più fredde settentrionali lungo il bordo periferico dell'anticiclone). Le temperature saliranno al di sopra della media stagionale mediamente intorno a 4-6°C. Possibilità di nebbie nelle valli e sulle zone di pianura, anche estese in val Padana dove le condizioni di inversione termica limiteranno l'escursione delle temperature e quindi l'anomalia delle stesse (freddo umido, possibilità di brinate e galaverna).

Quanto durerà? Come detto fino al 2 febbraio, dopodichè la rapida evoluzione dei centri di pressione tenderà a costringere l'alta pressione ad uno sviluppo maggiormente meridiano, con rotazione delle correnti prima intorno nord-ovest (neve lungo le creste alpine d confine), poi sempre più tra nord e nord-est (ritorno del freddo e della neve a quote basse entro la seconda decade del nuovo mese).


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.51: A27 Mestre-Belluno

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Vittorio Veneto Nord (Km. 58,9) e Barriera Di Belluno (Km. 75..…

h 22.49: S01 Strada Grande Comunicazione Fi-Pi-Li (per Livorno)

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Svincolo Pontedera Ovest-Ponsacco (Km. 55) e Firenze in dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum