Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tornano gli acquazzoni al nord, sulla Sardegna e poi sulle centrali tirreniche

Un primo moderato impulso perturbato è in transito al nord e sulle centrali tirreniche, il secondo, più intenso, giungerà giovedì, con precipitazioni che invaderanno quasi tutto il Paese, tranne il basso Adriatico. Venerdì minimo barico sul ligure e tempo sempre instabile. Fine settimana con parziale miglioramento ma ancora con locali rovesci pomeridiani, specie al nord-est. Lunedì peggiora su nord-ovest e gradualmente anche su Sardegna e regioni tirreniche.

Prima pagina - 18 Aprile 2012, ore 07.34

SITUAZIONE: una primo corpo nuvoloso legato alla nuova depressione in arrivo dall'Atlantico ha raggiunto le regioni settentrionali, la Sardegna e le centrali tirreniche determinando un'accentuazione delle condizioni di instabilità con rischio di rovesci, in particolare nel pomeriggio. Anche sul basso Tirreno l'afflusso di aria umida da WNW determina annuvolamenti e qualche fenomeno da stau orografico sulla Calabria tirrenica.

EVOLUZIONE: giovedì un secondo fronte, più organizzato, attraverserà gran parte del Paese da ovest verso est, determinando un marcato peggioramento al nord e lungo tutte le regioni tirreniche, più moderato sul medio Adriatico, scarsi i riflessi sul basso Adriatico, protetto dall'Appennino. Venerdì si formerà un minimo pressorio sul Golfo ligure e si rinnoveranno condizioni di instabilità su quasi tutto il Paese, specie al nord.

FINE SETTIMANA: aria temporaneamente più secca affluirà da ovest, congiuntamente ad un modesto rialzo pressorio. Ne conseguirà un tempo più aperto, per diversi tratti soleggiato, ma ancora a rischio di rovesci nelle ore pomeridiane, specie sul nord-est.

MEDIO-LUNGO TERMINE: lunedì una nuova saccatura si affaccerà da ovest determinando un peggioramento sul nord-ovest e gradualmente anche sulle regioni centrali tirreniche. Martedì nubi e piogge si estenderanno su tutto il centro-nord e mercoledì 25 aprile si avrà una generale instabilità con rischio di rovesci.

MIGLIORAMENTO: un generale miglioramento e una fase relativamente più stabile, ma con qualche disturbo in Adriatico, potrebbe intervenire tra venerdì 27 ed il primo maggio. Seguite comunque gli aggiornamenti, la situazione è suscettibile di variazioni.

OGGI: al nord instabile con nuvolaglia e rischio di rovesci sparsi, specie su media-alta pianura padana e fascia montana, qui con neve a 1200m. Fenomeni più probabili nel pomeriggio. Anche su Sardegna, Toscana, poi Umbria occidentale e Lazio nubi in aumento e possibili rovesci sparsi, anche a sfondo temporalesco, incerto sulla Campania, nuvoloso sulla Calabria tirrenica con qualche acquazzone o piovasco possibile, tempo migliore altrove. In serata ancora rovesci su Trentino Alto Adige, Lazio e Campania. Temperature in calo nelle aree interessate da fenomeni.

DOMANI: generale peggioramento a partire da ovest con piogge e rovesci che invaderanno quasi tutto il Paese nel corso della giornata, ad eccezione del basso Adriatico. Sulle Alpi limite della neve tra 1200 e 1500m. Temperature stazionarie o in lieve ulteriore calo.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum