Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gran caldo in arrivo: sarà una fase temporanea?

Una nuova rimonta di aria calda interesserà il Mediterraneo a partire dalla seconda metà di questa settimana. Quanto potrebbe durare? Sarà un evento relegato allo spazio di pochi giorni oppure un'ondata di calore duratura?

In primo piano - 13 Agosto 2012, ore 17.00

Giunti nel periodo stagionale che dovrebbe preannunciare il graduale declino della stagione estiva, anche quest'anno ci troviamo alle prese con una previsione di gran caldo in arrivo sul Paese.

L'affondo di due intense saccature sul pieno oceano Atlantico infatti, farà impennare velocemente le temperature ed i geopotenziali a tutte le quote dando il via a quella che probabilmente risulterà l'ondata di calore più forte di questa estate. Il gran caldo inizierà a prendere possesso del Paese appena dopo Ferragosto. Giovedì 16 agosto la giornata in cui le temperature, dopo la relativa pausa di questi giorni, ritorneranno al rialzo.

La rimonta dell'anticiclone avverrà in modo graduale nel Mediterraneo. Il calore più intenso inizierà ad essere avvertito probabilmente dal prossimo fine settimana quando la rimonta di aria calda diventerà sempre più acuta.

Quanto potrebbe durare questa ennesima ondata di calore?

Al momento è difficile dirlo. Sotto un punto di vista statistico quando le estati si presentano così siccitose ed avare di precipitazioni come quest'anno, risulta difficile che il periodo autunnale possa presentarsi altrettanto secco. Il periodo stagionale in cui stiamo entrando prevede (in linea puramente teorica) un graduale decadimento della stagione estiva.

Quest'anno come lo scorso anno invece, il periodo estivo sembra voler raggiungere il culmine proprio nel momento in cui dovrebbe cominciare ad attenuarsi la calura.

Ci sono quindi le possibilità di assistere ad un autunno inesistente e flagellato dalle alluvioni come lo scorso anno, oppure giocheremo la nostra partita su un tempo più dinamico e meno eventi estremi?

In linea puramente teorica sì! Quantomeno per il nord le annate a rischio alluvione dovrebbero essere scongiurate, almeno sotto un punto di vista strettamente statistico.

Vista in quest'ottica la rimonta anticiclonica prevista per i prossimi giorni sarà probabilmente il picco di massimo calore che raggiungeremo in questa estate 2012. Giugno e luglio a differenza della scorsa estate sono trascorsi secchi e caldi per gran parte del periodo e su quasi tutto il territorio italiano. Agosto prosegue sulla stessa falsariga e si appresta a proporre l'ondata di calore più intensa dell'estate, che con tutta probabilità interesserà direttamente anche l'Europa occidentale, per gran parte dell'estate rimasta sotto il tiro delle correnti fresche atlantiche.

Il proseguimento di uno standard così caldo e siccitoso anche per il periodo autunnale rimane dunque un'ipotesi poco probabile. 

Vedremo se col passare delle prossime settimane e l'arrivo del mese di settembre vincerà l'ipotesi statistica oppure se ancora una volta i nuovi standard anni 2000' sapranno stupirci proponendo soluzioni alternative.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum