Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ATTENTI! Temperature falsate: ecco come si gonfia il riscaldamento globale...

Incredibile ma vero...

In primo piano - 31 Luglio 2007, ore 11.16

Da ormai qualche anno "l'affaire Linate" è sotto gli occhi di tutti. I dati termici rilevati dalla stazione collocata nei pressi dell'aeroporto milanese infatti, nonostante i presunti aggiustamenti apportati dagli operatori, restano totalmente inaffidabili. Ora anche le stazioni di Firenze Peretola, Ancona Falconara e Pescara Francavilla hanno cominciato a dare i numeri misurando valori termici che in molti casi superano quelli raggiunti da postazioni professionali posizionate in pieno centro cittadino. Una situazione così imbarazzante e clamorosa che quasi sto pensando di scriverci un nuovo meteo thriller. Scarti anche di 2-3°C, come se improvvisamente l'isola di calore si fosse trasferita in periferia. Fa riflettere il valore raggiunto ieri da Linate: 35°C quando nel centro cittadino, zona sud-ovest nello stesso momento se ne misuravano solo 34. Certamente può accadere (talvolta) che su una zona vi sia temporale o nuvolosità e sull'altra no, può succedere che su un settore soffi in modo più netto il foehn o sull'altra no, ma con il cielo assolutamente sereno di ieri, la stessa identica ventilazione, quasi lo stesso tasso di umidità è quasi impossibile che la periferia risulti più calda del centro cittadino. Eppure questo sta avvenendo e non da ieri, da settimane, da mesi, da anni, almeno dal 2003. Cerchiamone allora una spiegazione: E' vero che la zona di Linate si è fortemente urbanizzata, che la stazione di rilevamento è circondata dal cemento e addirittura subisce il rilascio d calore di un edificio non lontano adibito a parcheggio coperto. Allora mi chiedo: omologhiamo pure questi dati, aiutano a riflettere su come il cemento abbia rovinato la nostra vita, surriscaldato gli ambienti cittadini, ma per favore non paragoniamoli a quelli del passato e soprattutto non facciamone uno strumento per avallare la tesi di un pianeta che ha un febbrone da cavallo che sale esponenzialmente ogni anno. Ci stiamo riscaldando? Benissimo, è vero ma non calchiamo la mano. Parliamo piuttosto di cambiamento nel regime pluvio-nivometrico, di mutamento nel posizionamento delle figure bariche, di scioglimento della calotta artica ma non disegniamo grafici idioti con paragoni assurdi tra rilevazioni del passato e quelle presenti, non con questi dati almeno. A questo punto allora bisognerebbe indagare su tutte le stazioni presenti al sud che hanno rilevato i quasi 50°C tra giugno e luglio. Addirittura mi hanno riferito di una stazione sfiorata da un incendio con il termometro che ha raggiunto i 48°C, pare che volessero omologare quel dato ugualmente. Vedete cosa non si farebbe pur di dimostrare che il pianeta è infuocato...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.29: SS107 Silana Crotonese

catene sdrucciolevole

Ghiaccio nel tratto compreso tra 2,283 km dopo Incrocio Moccone - SS279 Silana Di Rose (Km. 63,4) e..…

h 03.47: A1 Roma-Napoli

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Frosinone (Km. 623,8) e Ceprano (Km. 64..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum