Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

6 giugno 2009, un SABATO di PAURA: in viaggio tra violenti temporali e raffiche di vento da ribaltare le auto

Un tranquillo sabato di paura sull'autostrada del Brennero il 6 giugno 2009.

In primo piano - 1 Giugno 2010, ore 11.01

Le vallati superiori altoatesine sono state interessate sin dal primo mattino di sabato da forti rovesci rovesci temporaleschi.

L'aria era molto umida con nubi basse e temperature sui 12°C a 1000m con limite della neve a 2800m. La forza della corrente meridionale era tale da determinare un fenomeno non sempre facilmente riscontrabile: la concentrazione dei fenomeni più forti tra Bressanone ed il Brennero piuttosto che sul Trentino.

Quando la corrente da SW è infatti debole o moderata, le zone che ricevono più precipitazioni sono di norma le vallate trentine sin verso le Dolomiti, in Alto Adige piove e nevica molto meno. Quando la corrente a getto impazza invece tutto si sposta più a nord, ma certo così a nord non ce l'aspettavamo nemmeno di noi di MeteoLive. Il vento tra Aurina, Ridanna, Vizze, Fleres (le valli confinali con l'Austria) era modesto. Piuttosto erano i rovesci a tener banco tra un mare di nubi. Dopo il mezzogiorno la situazione cambiava. La temperatura si portava a 15°C, e subito come di norma le nubi basse risalivano i pendii. Il cielo non era più invisibile, ora si stagliavano sopra le vette gigantesche nubi cumuliformi, bucate da rare schiarite.

Si stava preparando un pomeriggio burrascoso. La grandine ci accoglieva a tratti lungo la nostra discesa verso Bolzano. Temporalone a Bressanone, temporalone a Chiusa, temporalone a Bolzano nord, poi aria sempre più secca, cumuli sfrangiati e, superata Ora, laddove parte la strada per le valli di Fiemme e Fassa, ecco fare capolino il sole. Non si tratta però di una fugace schiarita ma di una affermazione netta.

Qualcosa non quadra. Come mai tutti i fenomeni si attestano così a nord? Lo si intuisce poco dopo. Parte il vento. Fortissimo, rafficato, che rende quasi impossibile proseguire la marcia. Diverse macchine sbandano.

Sono le 16 di sabato 6 giugno quando per la prima volta in tanti anni di percorrenza osserviamo diverse macchine ferme in corsia di emergenza perchè impossibilitate, spaventate a proseguire sotto un vento tanto ululante e violento.

Gli alberi si piegano sino a sfiorare il suolo. Volano rami, polvere, c'è stupore ed incredulità. Il vento raggiunge la massima intensità ad Ala-Avio, poi cala. Si riesce a proseguire. In Valpadana il cielo si presenta quasi sereno ma verso i monti del Bresciano è ancora nero pece. Una cellula temporalesca si abbatte sulla Val Camonica.

Si vedono anche dall'autostrada le fulminazioni. Quando l'autostrada si allontana dai monti prevale una forte insolazione, quando piega a nord per raggiungere la Bergamasca un nero pece ci inghiotte per diversi minuti. Il vento rinforza nuovamente. Sembrano due mondi: quello della montagna improvvisamente cupo e sinistro, e quello per una volta rassicurante della pianura. Le cellule temporalesche che nel frattempo avevano colpito il Trevigiano ed il Vercellese sino a dar vita a veri e propri tornadi si sono ormai dissolte e dopo le 20 la furia degli elementi pare placarsi.

L'ingresso a Milano ci mostra rami, cartacce e foglie ovunque, testimonianza della furia di un Libeccio che raramente in città ha soffiato così forte, sino a ridicolizzare il favonio, il vento potenzialmente più forte che sia in grado di interessare la metropoli lombarda.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.45: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Magliano Sabina (Km. 501,6) e Ponzano Romano-Soratte (Km. 516)..…

h 06.44: A30 Caserta-Salerno

coda incendio

Code per 1 km causa incendio nel tratto compreso tra Nocera Pagani (Km. 40) e Barriera Di Salerno..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum