Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Dove farà più freddo nei prossimi giorni?

Cerchiamo di individuare le zone dove dovremo prendere particolari accorgimenti riguardo al vestiario per uscire di casa

Sotto la lente - 22 Gennaio 2003, ore 11.21

Come abbiamo visto in altri articoli nei prossimi giorni nascerà una profonda depressione sulle regioni meridionali del nostro Paese e quindi, come spesso accade in queste occasioni, subiremo un intenso flusso di correnti da E, di origine balcanica. Bisogna dire che attualmente sull’Europa orientale la temperatura è rientrata praticamente nella norma e quindi non possiamo aspettarci temperature eccessivamente basse; fatto sta che l’azione del vento darà comunque una sensazione di freddo molto marcata. Le zone che risentiranno di più di questo fenomeno durante le ore mattutine e pomeridiane saranno quindi quelle più esposte alle forti correnti; se oltretutto il cielo sarà coperto, magari con un po’ di pioggia o neve, allora dovremo davvero cautelarci al massimo. In particolare su Marche ed Abruzzo c’è il rischio che le temperature si mantengano tra 2 e 5°C anche in prossimità del litorale; in montagna non si registreranno valori eccessivamente bassi, anzi non si andrà al di sotto dei –4°C a 1400 metri e dei –7 a 2000 metri; il vento però sarà veramente impetuoso, perciò sconsigliamo vivamente le escursioni in alta montagna, specie dove il manto nevoso sarà cospicuo. Anche al sud l’aria non sarà delle più miti, ma nelle zone pianeggianti e costiere riparate dalle correnti orientali non ci saranno problemi di sorta, basterà coprirsi con un giacchetto; solamente durante i rovesci (che potrebbero essere accompagnati da brevi grandinate) ci sarà un calo temporaneo della temperatura, ma basterà attendere che si esauriscano per ritrovare entro 10-15 minuti un certo tepore. Sull’Appennino meridionale ed i rilievi siciliani invece bisognerà prestare particolare attenzione, sia per le nevicate abbondanti, previste oltre i 1200 metri circa, sia (ancora una volta) per il forte vento. In generale durante le notti del periodo che va da venerdì a lunedì farà freddino un po’ ovunque, ma soprattutto dove il cielo sarà sereno ( e quindi dove l’irraggiamento del terreno sarà maggiore ) e ci sarà un certo riparo dal vento; pertanto possiamo citare buona parte delle regioni settentrionali e le zone interne di Toscana e Lazio, con il rischio di locali gelate. Un’ultima nota riguarda i mari: se potete evitate di uscire in barca a partire da venerdì sull’Adriatico, il Canale d’Otranto, lo Ionio, il Tirreno meridionale al largo e lo Stretto di Sicilia; questi bacini infatti potrebbero risultare estremamente inquieti.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.59: SS18 Tirrena Inferiore

rallentamento

Traffico rallentato, segnali di traffico guasto nel tratto compreso tra 5,153 km dopo Incrocio Cers..…

h 01.57: SS658 S.S.V. Melfi-Potenza

blocco incidente

Tratto chiuso causa incidente nel tratto compreso tra Incrocio Tiera/Tratto In Comune Con SS93 Appu..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum