Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ULTIMISSIME nuovo run americano: sabato pesante maltempo, replica tra lunedì e martedì, poi...

Il modello americano sforna un altro run perturbato sino a mercoledì 5, poi la svolta anticiclonica.

In primo piano - 27 Febbraio 2014, ore 12.34

CONFERME: l'ultima emissione del modello americano conferma il forte maltempo depressionario che interverrà tra venerdì sera e domenica mattina sul nostro Paese, determinando nevicate sulle Alpi e in Appennino a quote basse, collinari in molti casi. I fenomeni domenica si concentreranno al centro-sud e sull'alto Adriatico, per poi attenuarsi gradualmente.

CONFERME: la nuova emissione ripropone anche il peggioramento marcato ma rapido tra lunedì e martedì con effetti soprattutto sulle regioni nord-occidentali e tirreniche, in particolare su Valpadana, Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Emilia-Romagna con rovesci nevosi già a partire dai 500-600m e fenomeni in successivo trasferimento verso il meridione nella notte e nella mattinata di martedì, con quota neve sui 700-900m.

CONFERME: la nuova emissione nel lungo termine sembra seguire anche alla lettera il nostro fantameteo di ieri, che vi riproponiamo qui sotto.
http://meteolive.leonardo.it/news/Fantameteo-30gg/45/il-tempo-da-gioved-6-a-gioved-13-marzo-tra-fasi-di-bel-tempo-e-ricadute-perturbate/45262/
In pratica da mercoledì 5 o giovedì 6 arriverebbe una netta spallata anticiclonica in grado di riportare il sereno ovunque a partire dal nord-ovest, ma in rapida estensione a tutto il Paese entro venerdì 7. La durata dell'anticiclone sarebbe di 4-5 giorni con nuovo affondo depressionario previsto da mercoledì 12 o giovedì 13, in grado di determinare un nuovo marcato peggioramento e un calo delle temperature su tutto il Paese.

DA NOTARE: la performance anticiclonica sarebbe accompagnata da termiche in quota decisamente superiori alla media del periodo, sino a +12°C a 1500m sulle Alpi, un valore che sicuramente faciliterà una parziale fusione del manto cospicuo accumulatosi nei mesi invernali.

COMMENTO: il modello pare orientato a confermare la linea di tendenza espressa già da alcuni runs, tuttavia persistono dubbi su una rimonta anticiclonica così netta e decisa, che arriverebbe nel bel mezzo della prima vera iniziativa simil-invernale diretta verso il nostro Paese, pur tardiva, stroncandola. A stimolarla una temporanea accelerazione della corrente a getto.  


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum