Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quale sarà la quota neve di lunedì 15?

Lunedì 15 ottobre l'arrivo di una massa d'aria notevolmente fredda alle quote superiori abbasserà lo zero termico quel tanto che basta da consentire l'arrivo della neve sino ad altitudini modeste per il periodo.

In primo piano - 11 Ottobre 2012, ore 11.00

Entro l'inizio della prossima settimana saranno essenzialmente due i passaggi perturbati attesi sul nostro Paese. Il primo interverrà tra questa notte e domani mattina, venerdì 12 ottobre con l'arrivo di una prima perturbazione.

Il secondo e più organizzato sistema frontale nascerà nel corso della giornata di domenica sull'Europa occidentale coinvolgendo l'Italia lunedì 15 con le sue nubi e le relative precipitazioni. Il forte calo dei geopotenziali associato all'arrivo dell'isoterma -20 a 500hpa favorirà un netto calo della quota neve sino a valori "interessanti".

Il calo delle temperature sarà in grado di portare le prime nevicate più consistenti sui rilievi alpini del nord. Non mancherà occasione per qualche spruzzata anche sui rilievi più elevati dell'Appennino settentrionale.

Attualmente i modelli stimano uno zero termico che nella giornata di lunedì potrà scendere agevolmente sin verso i 2000 metri di quota. L'arrivo del fronte freddo associato a precipitazioni consistenti potrà così per qualche ora far scendere la quota dei fiocchi ben al di sotto dello zero termico con possibilità di neve bagnata sin verso i 1500 metri di altitudine.

Il nocciolo freddo della depressione sarà collocato nel territorio francese, ritroveremo quindi una quota neve più bassa sulle Alpi occidentali ed i settori valdostani dove tuttavia le precipitazioni si esauriranno più rapidamente già durante la mattinata. Quota neve che risulterà lievemente più alta nei settori alpini lombardi ed orientali, compensati però da precipitazioni di maggiore durata. 

Il fronte una volta abbandonato il nostro Paese lascerà in eredità ampie schiarite (ma anche strascichi di instabilità) ed una atmosfera sensibilmente raffreddata per il resto della prossima settimana, agevolando l'ingresso sull'Italia di ulteriori passaggi.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum