Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il freddo dal POLO, guardate cosa potrebbe piombarci addosso dalla fine del mese!

Affondi meridiani sempre più incisivi durante l'ultima fase del mese, a preparare un dicembre sempre più freddo?

In primo piano - 17 Novembre 2016, ore 09.52

Il disturbo alla normale attività del vortice polare è conclamato.

Le conseguenze a breve termine saranno scambi meridiani di calore sempre più accentuati tra le latitudini.

Questi scambi cominceranno già da lunedì 21, ma in questa prima fase l'Italia riceverà una risposta d'aria mite ed umida e vedrà situazioni favorevoli a precipitazioni in un contesto prettamente autunnale.

Sul finire del mese è però prevista una zampata fredda ben più audace e diretta verso il centro del Continente: questa porterà certamente altre precipitazioni ma un clima decisamente più tardo autunnale o simil invernale e potrebbero esserci occasioni per nevicate a bassa quota per le Alpi.

L'affondo successivo dell'aria fredda potrebbe intervenire più ad ovest nei primi giorni di dicembre, favorendo nuovamente una risposta umida sull'Italia e solo relativamente mite. In questa occasione potrebbero esserci occasioni per nevicate sino a bassa quota al nord.

Le mappe che Vi mostriamo, relative al modello americano, indicano che questa linea di tendenza è assai probabile. (55-60 per cento)

Sono invece ben pochi gli scenari che puntano sul ripristino di correnti da ovest miti senza interventi freddi da nord.

Inoltre quella degli scambi meridiani potrebbe essere solo la prima fase di un lungo periodo caratterizzato da freddo e, a tratti, anche da precipitazioni. Le ultime emissioni del modello europeo a lungo termine fanno infatti pensare che nel corso della prima decade di dicembre possa intervenire sulla scena europea l'anticiclone russo.

Ricordiamo che l'aria fredda che giunge da nord può essere di tipo artico marittimo (NNW), artico continentale (NNE); si tratta di aria molto fredda ma non freddissima come quella polare continentale che giunge da (ENE) e che, pur sempre più rara, determina per l'Italia conseguenze di gelo estremo.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.55: A9 Lainate-Chiasso

coda

Code per 3 km causa operazioni doganali nel tratto compreso tra Svincolo Di Como Sud (Km. 33,8) e..…

h 04.43: A9 Lainate-Chiasso

coda

Code causa operazioni doganali nel tratto compreso tra Svincolo Di Como Monte Olimpino (Km. 39,4) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum