Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Artico: i ghiacci marini staccano il miglior recupero dal 2013

Straordinario recupero nell'estensione dei ghiacci artici ma adesso bisogna vedere come si comporterà l'estate.

In primo piano - 26 Marzo 2020, ore 12.00

Con 15,05 milioni di chilometri quadrati, il 5 marzo scorso le misurazioni satellitari ci dicono che abbiamo raggiunto il picco massimo di estensione della banchisa artica. Un traguardo senza dubbio inaspettato, che deve le sue ragioni ad un Vortice Polare rimasto in gran parte compatto e freddo per tutto l'inverno e che soltanto adesso inizia a mollare un po' la presa. L'estensione della superficie ghiacciata per l'inverno 2019/2020, si colloca tra le migliori degli ultimi 7 anni, era dal 2013 che non si raggiungeva questa estensione, testimoniando come in effetti, a discapito del global warming, la circolazione su scala emisferica abbia avuto quest'anno delle caratteristiche davvero particolari. Nonostante i progressi, quest’anno l’estensione massima dei ghiacci marini nell’Artico è stata comunque al di sotto della media del 1981-2010, con un ammanco di 590 mila chilometri quadrati, collocandosi come l'undicesima più bassa dall'inizio delle misurazioni, perdendo così il triste primato dei primi posti in classifica.

Il periodo di ablazione della calotta polare avrà inizio proprio in questo periodo, in concomitanza con le prime intrusioni di calore dirette alle latitudini polari, secondo i primi calcoli, la prossima estate potrebbe condurci verso una stagione eccezionale di fusione del ghiaccio ma molto dipenderà dalla circolazione che verrà a crearsi su scala locale nella regione polare. Nell'immagine sotto, estensione del pack artico rispetto alla media 1981-2010:

In che modo un Vortice Polare compatto influisce sull'estensione del ghiaccio?

Il Vortice Polare costituisce la grande depressione che durante l'inverno stabilisce il proprio perno alle latitudini polari, racchiudendo dentro di sé tutta l'aria gelida risultato del raffreddamento radiativo indotto dalla lunga notte polare. Questa grande circolazione di bassa pressione viene formata da due grandi zone; quando il Vortice Polare è compatto, in prossimità del margine più esterno la circolazione dei venti risulta occidentale e può raggiungere intensità elevate, le masse d'aria fredde rimangono racchiuse nella fascia polare, senza fuggire all'esterno.

Se questa condizione persiste molti giorni consecutivi, le temperature dell'atmosfera polare possono scendere di diversi gradi, portandosi addirittura inferiori alle medie stagionali. In queste condizioni cresce la differenza di temperatura tra la fascia polare e la fascia delle medie latitudini, sull'Europa e sul Mediterraneo spesso sono presenti condizioni anticicloniche.

Le temperature molto fredde che si registrano nelle latitudini artiche, contribuiscono alla crescita del pack, la grande superficie ghiacciata che ricopre le zone polari. Si tratta di ghiaccio ancora molto giovane, manca di quella struttura compatta e massiccia che gli consente di resistere meglio al periodo di fusione estivo. Per questa ragione bisogna seguire con molta attenzione lo sviluppo degli eventi durante nei prossimi mesi. La circolazione che verrà a crearsi durante l'estate, sarà volta a stabilire sè questo recupero potrà o meno essere tramandato alla stagione successiva, oppure finirà per rappresentare un episodio fine a sé stesso.

Nell'ultima immagine, la lista degli ultimi 10 record negativi di estensione massima del pack artico al termine dell'inverno:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum