Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

48 ORE nella morsa di "KLAUS"

Venti a oltre 100 km/h e piogge a partire dal nord Italia. Da domenica a mercoledì miglioramento, in seguito l'alta pressione punterà verso la Russia e sull'Italia giungerà aria progressivamente più fredda ed instabile. E' un autunno inquieto.

La sfera di cristallo - 30 Ottobre 2003, ore 16.45

La depressione "Klaus" interesserà senza troppi complimenti anche il nostro Paese, provocando piogge, venti forti, neve sulle Alpi e mareggiate. Per una volta anche MeteoLive è piuttosto categorica nell'affermare che le prossime 48 ore ci porteranno almeno in parte a rivivere uno dei due episodi del novembre del 2002. Per fortuna si tratterà proprio di UN SOLO episodio, l'anno scorso ne capitarono due e dalla loro sommatoria nacque l'alluvione in Lombardia e a Pordenone. Arriviamo a questo evento preparati, con le allerte lanciate nel modo giusto, e senza quella frenesia più volte attribuita da Giovanni Kappenberger ai centri meteo privati che "vorrebbero fare anche loro un po' di rumore"; qui non si tratta di far rumore ma prevenzione, non è il procurato allarme il leit motiv della nostra esistenza in rete, anzi, proprio il contrario. Qualcuno altrove esagera? Indubbiamente, ma sa benissimo a cosa va incontro. Intanto seguiamo "Klaus" nel suo incedere elegante verso il centro del Continente; vedremo la corrente a getto disegnare una bella saccatura sul cui spigolo andrà anche a formarsi un minimo secondario molto insidioso che renderà ancora più accentuato il gradiente barico tra l'Esagono francese e il nostro Paese. Ne deriveranno dunque correnti sud-occidentali particolarmente forti che provocheranno anche una fase di Foehn appenninico dall'Emilia-Romagna giù sino al Molise. Città come Ancona e Pescara domani potrebbero piombare per qualche ora quasi in estate con punte anche superiori ai 25°C, e che vento! Dopo il trambusto provocato da "Klaus" tornerà tutto tranquillo? Si, ma solo per qualche giorno. Si svilupperà infatti un anticiclone che dalla Spagna sposterà abbastanza rapidamente i suoi massimi verso l'est europeo. Di conseguenza da giovedì si attiverà una corrente orientale sempre più decisa che andrà a convergere in un minimo sul Golfo di Taranto: sul finire della settimana avremo un netto calo della temperatura, soprattutto al centro-sud e anche qualche precipitazione, che risulterà nevosa sull'Appennino a quote piuttosto basse; avremo senz'altro modo di riparlarne. PREVISIONI SINTETICHE FINO A GIOVEDI 6 NOVEMBRE: venerdì 31 ottobre: perturbato con piogge al nord, ad eccezione dell'Emilia-Romagna, fenomeni meno importanti anche sull'ovest del Piemonte. Quota neve in rialzo da 1300-1500 m sin oltre i 2000 m sulle Alpi orientali e a 1800-1900 m altrove. Sulle centrali tirreniche, la Sardegna e l'Umbria nuvoloso ma con piogge localizzate solo a ridosso dei rilievi, su Marche ed Abruzzo nuvolosità stratiforme con qualche schiarita per effetto del Foehn. Al sud velato o parzialmente nuvoloso, generalmente asciutto. Venti miti e tempestosi dal settore sud-ovest. Sabato 1 novembre: perturbato al nord e al centro; precipitazioni anche copiose dalla Lombardia al Triveneto, neve oltre i 1800-2000 m sulle Alpi; il centro i fenomeni si attiveranno a partire da Toscana e Sardegna, raggiungendo le altre regioni nel corso del pomeriggio, al sud ancora tempo incerto ma anche qui peggioramento con temporali. In giornata migliora al nord-ovest, attenuazione dei venti meridionali che resteranno limitati alla Puglia meridionale. Temperatura in calo dal pomeriggio. Domenica 2 novembre: nuvolosità irregolare su Triveneto e centro-sud con gli ultimi rovesci ma con tendenza a franco miglioramento. Temperatura in lieve ulteriore calo. Sereno al nord-ovest ma con banchi di nebbia. Lunedì 3 novembre: un fronte sforierà le Alpi ma senza importanti conseguenze, al massimo qualche fenomeno sui crinali di confine. Sul resto del nord velature, qualche annuvolamento basso su Liguria e Toscana, altrove soleggiato. Martedì 4 e mercoledì 5: soleggiato e mite; in pianura al mattino possibili nebbie, segnatamente al nord e nelle valli del centro. Ristagno atmosferico ed inquinamento in città. Giovedì 6 novembre: tempo in peggioramento sul medio Adriatico e al sud con rovesci verso sera, anche in Valpadana aumento della nuvolosità o sollevamento della nebbia con passaggio a nebbia alta. Sulle Alpi, le centrali tirreniche e la Sardegna ancora tempo buono.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum