Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Alta pressione padrona del Mediterraneo, fino a quando riuscirà a tenere ancora in piedi l'estate?

L'anticiclone si butta sull'Europa centrale e sul bacino del Mediterraneo. Quale meccanismo permette all'anticiclone subtropicale di invadere il Mare Nostrum durante l'estate per poi ritirarsi al sopraggiungere dell'autunno?

Ti segnaliamo - 8 Settembre 2008, ore 12.19

Non che in inverno non ci venga a trovare. Anzi, negli ultimi anni sovente si è fatto sotto al posto del più consono collega termico russo-siberiano finito nell'oblio. L'alta pressione subtropicale, ivi compreso quello oceanico meglio noto come "delle Azzorre" e quello continentale conosciuto con vari nomignoli sarcastici (che si è guadagnato sul campo) e noto come "nord-africano", in estate subisce un rigonfiamento, un'espansione grazie alla quale il nostro Paese può trascorre estati turisticamente invidiate in tutto il mondo per il loro clima unico. Ebbene, tutto parte dal riscaldamento solare. Abbiamo dunque una componente termica oltre a quella dinamica impressa dalla circolazione generale dell'atmosfera. Durante l'estate il forte riscaldamento solare dilata lo strato atmosferico aderente al suolo noto come "strato limite planetario" che solitamente si trova ad una quota media di circa 1500 metri. L'innalzamento dello strato limite oltre questo livello non fa altro che trasmettere il riscaldamento alle quote superiori ove pertanto la temperatura si innalza repentinamente. Questo avviene in particolare sulle sterminate distese desertiche sahariane dove la colonna d'aria, per i motivi anzidetti, aumenta di spessore causando un ulteriore incremento dei geopotenziali (in sostanza della pressione atmosferica). Questo spinge la grande bolla calda formatasi ad espandersi verso nord inglobando così anche buona parte del bacino Mediterraneo e dell'Europa centrale. E' quello che accadrà nella seconda settimana di settembre, con una risalita anticiclonica che ha tutte le intenzioni di spingere un bel massimo addirittura sull'area scandinava. La componente dinamica attualmente presente sui cieli che sovrastano il bacino del Mediterraneo occidentale avviterà l'aria verso il basso, secondo i dettami della circolazione generale dell'atmosfera e si tradurrà alla fine nell'insorgenza di un flusso di correnti noto come "getto subtropicale". Secondo lo schema tipo della circolazione generale quest'ultimo, ondulando secondo la legge di Coriolis dunque a causa della rotazione terrestre, disegnerà un'ansa, un cavo d'onda sempre più pronunciato, il quale tenderà poi ad avvicinarsi al Mediterraneo causando un successivo calo dei geopotenziali. Si formerà in sostanza una saccatura abbastanza stretta a ridosso delle nostre Alpi occidentali. Qusta situazione tenderà a sua volta a trasferirsi verso il Mediterraneo centrale riuscendo ad inviare le sue correnti fin sui deserti rimescolandone l'aria. I geopotenziali anche qui tenderanno quindi a scendere ma dopo il transito dell'onda, i suoli riprenderanno velocemente a scaldarsi innalzando nuovamente la temperatura, lo strato limite e i geopotenziali. Si riformerà una nuova bolla calda che poi si espanderà verso nord facendo ripartire il ciclo sul bacino del Mediterraneo, almeno finchè non sopraggiungerà l'autunno vero e proprio a dettare definitivamente le sue inopinabili regole. Si ma quando?

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum