Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La prossima settimana probabile sfuriata groenlandese sull'Italia

La fenomenologia dovrebbe risultare alquanto veloce al nord-ovest e sulle regioni del medio-alto Tirreno, più incisiva al nord-est e lungo le adriatiche

Sotto la lente - 28 Settembre 2008, ore 10.51

La prossima settimana avrà il compito di archiviare definitivamente i rigori delle correnti continentali che hanno abbattuto i termometri di mezza Europa facendoli scendere su valori da autunno inoltrato. Un refolo anticiclonico sarà l'artefice di questa svolta ma il suo inserimento sull'Europa occidentale e sul vicino Atlantico permetterà lo sblocco delle correnti occidentali, con un Atlantico pronto a rifarsi vivo già a metà settimana. L'azione congiunta di queste correnti con una perturbazione afro-mediterranea in risalita verso le nostre regioni centro-meridionali determinerà un moderato peggioramento delle condizioni atmosferiche un po' su tutto il Paese tra martedì e giovedì. Le precipitazioni più significative sono però attese sulla Sardegna e, in parte, anche sul settore centrale peninsulare nella giornata di mercoledì 1°ottobre. Parallelamente l'alito timido e defilato di una perturbazione atlantica un po' disorganizzata apporterà tra martedì e giovedì della nuvolaglia anche al nord, dove i fenomeni previsti saranno però più sporadici. Nel frattempo una vigorosa saccatura si proietterà dalla Groenlandia verso la Francia. L'arco alpino sarà l'ago della bilancia che permetterà o meno l'ingresso di questo vortice sui nostri mari occidentali piuttosto che sul bacino adriatico. Al momento la pima ipotesi vede la sua realizzazione con una percentuale di circa il 45%, mentre la via adriatica risulta più plausibile con un bel 55%. In questo frangente i primi fenomeni potrebbero interessare rapidamente il nord-ovest nella giornata di venerdì 3 ottobre per poi concentrarsi al nord-est e sfilare verso le regioni adriatiche. I temporali che potrebbero scaturirne abbasseranno bruscamente le temperature un po'su tutta la Penisola, anche se i termometri scenderanno in modo più sensibile sui versanti orientali dello Stivale. Nel prossimo fine settimana poi il ripristino di correnti atlantiche nord-occidentali potrebbe determinare un rapido miglioramento al nord-ovest per venti di foehn e sui versanti occidentali per la curvatura sempre più anticiclonica della circolazione in atto.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum