Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Intervista all'Esperto: Venerdì ancora clima quasi primaverile. Sempre più probabile la SVOLTA per la prossima settimana!

Consueta chiacchierata con Luca Savorani.

Sotto la lente - 16 Gennaio 2007, ore 10.47

REDAZIONE: Si prospettano ancora temperature miti e un clima quasi primaverile per i prossimi giorni? SAVORANI: Beh, sicuramente le temperature diurne si manterranno su valori sopra la media del periodo ancora per qualche giorno. Il flusso perturbato atlantico tende a scorrere a latitudini elevate mentre un cedimento della struttura altopressoria sull'area mediterranea favorirà nelle prossime ore l'ingresso di deboli flussi di umide correnti sud-occidentali, foriere di qualche pioggia su parte del nord e versante tirrenico. REDAZIONE: Da venerdì potremo assistere ad un ulteriore aumento delle temperature? Una stagione infernale per le nostre montagne! SAVORANI: Purtroppo dalla giornata di venerdì, una nuova rimonta anticiclonica sul settore sud-occidentale europeo attiverà miti correnti nord-occidentali sulla nostra Penisola con una conseguente compressione dell'aria ed un aumento delle temperature sulle pianure del nord e sulle regioni centrali dove si potranno raggiungere valori termici diurni piuttosto elevati localmente superiori ai 22°C e temperature prossime a 12-15°C a 1500m! Una pessima notizia per gli appassionati della neve e per i nostri cari ghiacciai alpini costretti a sopportare temperature pressoché primaverili. REDAZIONE: Per la prossima settimana appare sempre più probabile un serio peggioramento; ma arriverà anche il freddo e la neve? SAVORANI: Dalle ultime nostre proiezioni tra il prossimo week-end e l'inizio della prossima settimana l'anticiclone delle Azzorre si sposterà prima in pieno Atlantico, per poi allungarsi verso il comparto groenlandese, mentre sull'Europa sud-occidentale assisteremo ad un cedimento barico che verrà colmato da un affondo polare con una possibile ciclogenesi tra il sud della Francia e il Mar ligure, foriera di un FORTE peggiormanto del tempo atteso tra la giornata di lunedì e la mattinata di martedì. Forti piogge al nord e al centro; piogge sparse sulle regioni meridionali. Abbondanti nevicate sulle Alpi occidentali oltre i 1100 m, in calo sino a quote piuttosto basse durante le ore serali. Limite delle nevicate sopra i 1200m sulle Alpi orientali; più elevato in Appennino e prossimo a 1400-1600m. In seguiuto la situazione sembra confusa ma la ferita aperta sul Mediterraneo appare piuttosto seria; potrebbe essere il preludio ad una lunga fase prettamente invernale.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum