Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NIENTE CROCIERE AL POLO: il ghiaccio non fonde, anzi AUMENTA!

La quiescenza del sole tra le probabili cause dell'aumento dei ghiacci al POLO NORD che, dopo la crisi del 2007, stanno guadagnando progressivamente terreno, smentendo tutte le previsioni più catastrofiche. Il tempo: depressione sulle isole tra giovedì e venerdì con rovesci, da domenica aria fredda da est con tempo in peggioramento al nord, poi anche sul resto d'Italia.

Prima pagina - 7 Aprile 2010, ore 13.05

NOTIZIE CLAMOROSE: smentite tutte le previsioni catastrofiste. Il ghiaccio del Polo Nord non solo non arretra più dopo la tremenda annata del 2007, ma aumenta e parecchio. Il deficit complessivo è ormai ridotto a soli 600.000kmq, un modesto 3% rispetto ai valori medi complessivi registrati tra il 1979 ed il 2000. Davvero clamoroso il dato in controtendenza rispetto a fine marzo 2007: il pack ha guadagnato oltre 1 milione di kmq (1.120.000). Nella prima decade di aprile è successo davvero quello che nessuno si aspettava: il rientro sfiorato nella media climatica (mancano solo 20.000kmq). Niente crociere al Polo dunque. Quelli dell'IPCC, come si dice a Roma, rosicano e i siti ambientalisti smetteranno forse per un po' di scrivere sciocchezze. SITUAZIONE: un'area nuvolosa innocua, composta da nubi medio-alte interessa soprattutto la Sicilia e l'estremo sud, mentre una perturbazione avanza dalla Francia verso il nostro Paese, ma la presenza di un campo di alta pressione ne determinerà una scissione ed un indebolimento all'altezza delle Alpi occidentali. La parte meridionale, sostenuta in quota da un piccolo vortice freddo scivolerà verso la Sardegna e la Sicilia, determinando instabilità sino a venerdì. EVOLUZIONE: nel contempo si andrà configurando un ponte anticiclonico tra Azzorre, Isole Britanniche e Scandinavia, tale da favorire la retrogressione di blocchi di aria fredda da est in direzione del centro Europa e del nord Italia. Aria fredda che finirà per instabilizzare il tempo del Paese da domenica e a partire dal nord. La prossima settimana l'approfondimento di una depressione al suolo determinerà una fase di maltempo un po' su tutte le regioni, ma principalmente al nord e al centro. CALO TERMICO: da domenica calo sempre più sensibile delle temperature al nord, dove da lunedì oltre i 1000m potrebbe tornare anche un po' di neve, specie in Appennino. Un calo delle temperature si avvertirà anche sulle regioni centrali, più blando al sud. OGGI: velature spesse sulla Sicilia e la Calabria, ma con tendenza a schiarite. Nubi in arrivo da ovest al nord-ovest, sulla Toscana e sulla Sardegna ma ancora un po' di sole e senza precipitazioni. Più soleggiato su nord-est, restanti zone del centro e del sud. Temperature senza grandi variazioni. DOMANI: nuvoloso al nord-ovest ma generalmente asciutto, bello al nord-est, instabile sulla Sardegna con rovesci sparsi, un po' di nuvolaglia anche sul resto del centro, nubi in arrivo al sud e sulla Sicilia, con instabilizzazione in Appennino nel poemriggio, quando saranno possibili dei brevi ed isolati acquazzoni. Temperature in lieve calo sulla Sardegna.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum