Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La sfuriata fredda di San Silvestro e Capodanno

Qualche nevicata attesa su Emilia-Romagna e Appennino centrale anche a quote basse. Dal 2 alla Befana, nonostante qualche disturbo sull'Adriatico, prevarrà un anticiclone che assicurerà stabilità ed inversioni termiche. Le Alpi rimarranno ancora a lungo senza neve naturale.

Prima pagina - 31 Dicembre 2001, ore 06.51

SALUTI E CONSIDERAZIONI La redazione di MeteoLive augura un 2002 ricco di salute e soddisfazioni a tutti i nostri lettori, ma soprattutto un buon Euro a tutti visto che con i centesimi ci sarà da divertirsi. Intanto il tempo non offre per le nostre Alpi motivi di divertimento: almeno fino al 6 gennaio non si prevedono infatti nevicate degne di nota su tutta la cerchia alpina meridionale. Non si tratta comunque di una maledizione meteorologica: le annate prendono spesso una piega che si mantiene per mesi ed è difficile ipotizzare repentine inversioni di tendenza. Il tempo però non si accorge di creare problemi: lui non può sapere che le Alpi costituiscono un baluardo invalicabile per le perturbazioni che si presentano da nord e da nord-ovest. SITUAZIONE GENERALE Ora siamo in attesa di 48 ore di vento, freddo e un po' di neve, segnatamente lungo il versante adriatico dalla Romagna al Molise, anche se i fenomeni non dovrebbero mancare nemmeno sul versante tirrenico dell'Appennino. Dal 2 al 6 la pressione al suolo aumenterà nettamente, anche se in quota il giorno 3 transiterà sui Balcani un nucleo perturbato che invierà venti freddi e nuvolosità sui versanti adriatici con un po' di vento da NNW su tutta la Penisola. Dal 4 al 6 e probabilmente anche oltre l'alta pressione che avrà in gran parte una natura dinamica, insisterà con maggiore determinazione su tutta la Penisola, determinando tempo soleggiato, mite in montagna, probabilmente più freddo e nebbioso in pianura, segnatamente al nord. Al momento dunque le prospettive non sono favorevoli nè ad un ritorno di fiamma dell'Atlantico con le sue belle perturbazioni, nè a ondate di freddo siberiane. L'anticiclone si posizionerà nel punto più scomodo possibile per la nostra Penisola, cercando anche un'alleanza a fine periodo con il più blasonato anticiclone delle Azzorre. PREVISIONI PER OGGI: NORD: cielo irregolarmente nuvoloso con addensamenti più consistenti sul Triveneto associati a qualche debole rovescio di neve anche a bassa quota, più probabili su Alpi Carniche e Giulie. Sulle regioni nord-occidentali e sulla Liguria momenti soleggiati più frequenti. Sull'Emilia-Romagna cielo molto nuvoloso con precipitazioni sparse, che assumeranno carattere nevoso dapprima oltre i 600 m e nel pomeriggio a tratti anche in pianura. In serata tendenza a generale rasserenamento, salvo sulla Romagna meridionale dove potrebbe ancora cadere qualche fiocco di neve. Temperatura in diminuzione, più sensibile dal pomeriggio. Venti da deboli a moderati da NNE. CENTRO: nuvolosità da variabile ad intensa con possibili rovesci sparsi, nevosi dapprima oltre i 1400 m ma in abbassamento dal pomeriggio fin verso i 600 m a partire da rilievi toscani e marchigiani. Isolati temporali possibili lungo i litorali. Fenomeni meno probabili sulla Sardegna. In serata qualche breve nevicata sarà possibile sin sul litorale adriatico, mentre continuerà a nevicare sull'Appennino. Sul litorale tirrenico si prevede invece un graduale miglioramento sotto i colpi della Tramontana. Venti in rinforzo dai quadranti settentrionali. Temperatura in diminuzione, più sensibile dal pomeriggio e sul versante adriatico. SUD: banchi nuvolosi anche compatti su Campania e Molise con qualche pioggia, dal pomeriggio primi fiocchi oltre i 1300 m, in calo dalla sera fino a 700 m, rovesci lungo il litorale. Sulle altre regioni le nubi giocheranno a nascondino con il sole nelle prime ore, ma vi sarà un peggioramento dopo il mezzogiorno con piogge sparse su Calabria, Basilicata e Puglia e quota neve in graduale abbassamento fino a 800-1000 m sull'Appennino. Sulla Sicilia cielo nuvoloso con brevi piovaschi sul nord dell'isola e schiarite sulla parte meridionale. In serata possibilità di brevi temporali nel messinese e di qualche rovescio nevoso su Nebrodi, Peloritani, Madonie ed Etna oltre i 1200 m. Venti dapprima meridionali, tendenti a ruotare rapidamente da NNE e a rinforzare sensibilmente a partire da Molise e Campania. Temperatura in calo, specie dal tardo pomeriggio. CAPODANNO: Bello ma freddo al nord con venti da NNE. Al centro nuvolosità irregolare sull'Adriatico, sereno sul Tirreno ma ancora ventoso e piuttosto freddo. Al sud tempo instabile con qualche rovescio su Calabria e Puglia ed ultime spruzzate di neve su Sila, Pollino, Vulture e Volturino. Tendenza a graduale miglioramento, ma tempo fresco e ventoso. Ancora buon 2002 a tutti!

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum