Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'aria calda si mangia il freddo

L'avvezione calda occidentale sta per porre fine alla fase invernale. L'anticiclone scandinavo non sarà determinante per il tempo sul nostro Paese. Da mercoledì protagonista lo Scirocco.

Prima pagina - 3 Febbraio 2001, ore 07.19

Le correnti fredde hanno mollato rapidamente la presa. Sugli Appennini sono ancora evidenti i segni delle nevicate delle ultime 48 ore ma l'inverno sulla Penisola tornerà presto a farsi desiderare. Dall'Atlantico sono in arrivo sull'Europa centrale numerosi sistemi nuvolosi e una forte depressione. Le prospettive per l'Italia sono davvero poco confortanti. Oggi un fronte caldo sta scorrendo a nord delle Alpi sull'aria decisamente fredda affluita in questi giorni: su Svizzera, Germania, Austria e in prospettiva anche su Rep.Ceca e Polonia, sono attese precipitazioni nevose. L'anticiclone scandinavo, che ha provocato davvero un gran freddo in Finlandia, Svezia, Norvegia e Russia settentrionale, sarà ostacolato nel suo movimento verso SE proprio dalle perturbazioni atlantiche e finirà per migrare sugli Urali. Tutti i principali modelli previsionali poi si allineano su questa evoluzione: su Libia, Egitto e Creta si formerà un'alta pressione di matrice subtropicale gonfiata dalle correnti calde associate alla forte depressione con centro sul nord dell'Iberia che interesserà l'Italia da mercoledì 7. La depressione porterà dunque una situazione di sbarramento da sud lungo le Alpi con precipitazioni importanti su Liguria, Piemonte, Valle d'Aosta, alta Toscana e Lombardia. Il limite delle nevicate sarà ballerino: dapprima sui 700-1000 m, poi sui 1500-1800 m, infine nuovamente in calo con la progressione del centro depressionario verso la Penisola. La situazione di blocco dovrebbe durare circa 36-48 ore. Sulle altre regioni il flusso caldo farà ovviamente lievitare le temperature che raggiungeranno rapidamente valori primaverili con giornate abbastanza soleggiate. Per questo fine-settimana comunque l'anticiclone sulla Spagna, (destinato a migrare poi verso l'Africa) impedisce ai fronti di visitare lo Stivale. Aria piuttosto umida comunque disturberà il tempo della Liguria, della Toscana, dell'Umbria e del Lazio. Qualche locale precipitazione sarà possibile ma escludiamo la neve, in quota infatti la temperatura sta rapidamente aumentando. Un week-end più soleggiato attende invece l'Adriatico, al nord così come sul meridione banchi nuvolosi ma senza precipitazioni, temperatura in rialzo. Insomma ha vinto l'Africa!

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum