Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'anticiclone ai saluti: da domenica sera ONDATA di FREDDO tardiva sull'Italia

Da venerdì graduale accentuazione dell'instabilità, ma sarà dalla notte su lunedì che il freddo irromperà sulla Penisola da nord-est, dando vita ad una fase invernale che non abbiamo vissuto per tutta la stagione.

Prima pagina - 19 Marzo 2020, ore 08.14

COMMENTO: mentre il Paese è alle prese con la più grande crisi sanitaria dai tempi della Spagnola, con la provincia di Bergamo che sta pagando un pesantissimo tributo di vittime, scarsamente documentato dai media nella sua autentica drammaticità,  la primavera si prepara ad essere soffocata da un sussulto invernale importante, da est, come non lo si osservava da due anni. La massa gelida comincerà a bussare alle porte del Paese dalla serata di domenica sul Triveneto, per poi dilagare su tutto il centro-nord entro lunedì. 

SITUAZIONE: l'anticiclone si congeda; ce ne accorgeremo già da venerdì, quando si accentuerà l'instabilità al nord, specie sul Triveneto, mentre sabato all'estremo sud giungerà un primo fronte afro-mediterraneo responsabile di qualche pioggia sulla Sicilia. 

MASSA D'ARIA GELIDA: domenica una massa d'aria gelida (sino a -16°C a 1500m) si metterà in moto dalla Russia verso l'Italia, raggiungendo il Triveneto in serata ed accentuando ulteriormente l'instabilità al nord con rovesci anche nevosi nelle Alpi dalle quote medie, anche al centro qualche segnale di instabilità, mentre piogge sparse si registreranno all'estremo sud a causa del fronte giunto da ovest.

IMPATTO: nella notte su lunedì l'aria fredda impatterà sulla Valpadana e poi dilagherà anche lungo le regioni centrali adriatiche, valicando nella mattinata di lunedì anche l'Appennino centrale. Notevole la sequenza proposta dal modello europeo tra domenica sera e martedì a 1500m, si nota la spettacolare progressione del freddo che, sulle Venezie, porterà temperature sino a -12°C a 1500m e la massa gelida raggiungerà anche molte regioni del sud:

EVOLUZIONE: le conseguenze dell'impatto dell'aria fredda e secca non saranno automaticamente nevose, ma sembra probabile che a ridosso dei rilievi del nord-ovest, sul medio Adriatico e poi da martedì su gran parte del centro e del sud possano svilupparsi addensamenti cumuliformi dai quali potranno originarsi rovesci di neve a quote molto basse, a macchia di leopardo. Un vero peggioramento nevoso anche in pianura si scorge al momento dal modello europeo per giovedì 26, ne parliamo nei nostri approfondimenti! 

DA NOTARE: che la fase fredda potrebbe durare almeno sino a giovedì 26 con ulteriori conseguenze instabili, specie se dovesse interagire con saccature in inserimento dall'Atlantico. Seguite tutti i nostri approfondimenti!

OGGI: bel tempo, salvo velature residue sulle Isole Maggiori, punte massime anche di 20°C sulla Valpadana e le zone interne del centro, specie sul Tirreno. 

------------------------------------------------------------------

Situazione meteo LIVE:
>>> Radar meteo Italia (piogge)
>>> Satellite Visibile Italia (diurno)
>>> Satellite infrarosso (anche notturno)
>>> Fulmini e temporali in atto
>>> Stazioni meteorologiche LIVE


---------------------------------------------------------------------------

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum