Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

In arrivo FORTI SBALZI TERMICI: prima la mitezza, poi venti gelidi!

Nell'arco di una settimana assisteremo a repentini sbalzi di temperatura: da una primavera anticipata sino al 4 febbraio, torneremo ai rigori dell'inverno vero, almeno per 48 ore, tra il 5 e il 7 febbraio.

Prima pagina - 30 Gennaio 2020, ore 07.47

SITUAZIONE: una zona di alta pressione riesce sempre a tamponare l'inserimento di fronti atlantici forieri di precipitazioni. Comunque le correnti proverranno da WNW determinando il passaggio di nuvolosità sfrangiata, ma favorendo altresì un richiamo di aria umida sul Tirreno, all'origine di qualche precipitazione su estremo levante ligure e alta Toscana e più sporadicamente in generale sulle altre regioni tirreniche. L'addensamento di umidità sui versanti esteri delle Alpi determinerà qualche nevicata sui settori alpini di confine. Qui la mappa dei fenomeni più rilevanti previsti per oggi:


EVOLUZIONE
: la graduale rimonta dell'alta pressione prevista tra il fine settimana e l'inizio della prossima finirà per limitare l'ingresso di questi sistemi frontali, peraltro sempre deboli e costretti a correre in un letto di correnti poco favorevoli a generare piogge importanti sul nostro Paese, anche se sulla Toscana sino a sabato rimarrà alto il rischio di qualche precipitazione sparsa. Qui i fenomeni previsti nella notte tra venerdì e sabato al nord:


MITEZZA: l'inserimento dell'alta pressione porterà con sé anche un notevole rialzo delle temperature, probabilmente non solo su alture, coste e zone pianeggianti del centro e del sud, ma anche sul catino padano, qualora non intervenissero nebbie a mascherarlo. Guardate i valori attesi a 1500m per lunedì 3 febbraio.

SFURIATA FREDDA: finalmente sperimenteremo un vero anche se brevissimo episodio invernale tra la serata di martedì 4 sino a venerdì 7 febbraio. Intense correnti settentrionali porteranno un fronte a valicare le Alpi portando venti forti, aria fredda e anche neve sull'Appennino centrale e meridionale a quote basse, cosi come sui versanti esteri e di confine delle Alpi. Qui la mappa barica prevista dal modello europeo nella notte tra mercoledì 5 e giovedì 6 febbraio:

ALTA PRESSIONE molto grassa: subito dopo tornerà a dominare l'alta pressione, troppo grassa ed imponente per potersene sbarazzare facilmente, fin troppo coadiuvata dalla spinta delle veemente correnti occidentali. Si tornerà dunque a condizioni anticicloniche con netto rialzo termico. Insomma sbalzi termici a non finire nell'arco di una sola settimana.

OGGI:
velature anche dense in arrivo sul Paese, sul Tirreno e lo Spezzino anche nubi basse e qualche piovasco sull'alta Toscana, sporadici sui restanti settori del Tirreno, in giornata arrivo di nevicate sui settori alpini di confine oltre i 1400m. Per il resto prevalenza di schiarite e temperature diurne piuttosto miti. Qualche situazione nebbiosa possibile sulle pianure del nord-est al mattino.  


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum