Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il "tacco" sotto la neve

Forti nevicate sulla Puglia, persino a Santa Maria di Leuca. Basilicata semi-paralizzata, nevica ancora in Calabria e sui rilievi della Sicilia a quote basse. Al nord, sulla Sardegna e sulle centrali tirreniche tempo soleggiato, ultimi addensamenti sul medio-adriatico. Evoluzione davvero complessa per i prossimi giorni.

Prima pagina - 18 Dicembre 2001, ore 06.58

PROLOGO Il sud è imbiancato: la neve ha lettteralmente preso d'assedio la Puglia, il Molise, la Basilicata, la Campania e la Calabria ma la neve è caduta anche sui rilievi siciliani a quote collinari. Autentiche bufere si sono registrate anche sull'Abruzzo. La cronaca potrebbe andare avanti ancora per molto ma a questo punto i nostri lettori si chiedono e ci chiedono: che scenari si prospettano? Vediamo di rispondere insieme a tutte le domande punto per punto. Quanto durerà ancora questo freddo? Nei termini in cui lo sta vivendo il meridione, poco. Già da questa sera il tempo al sud migliorerà gradualmente e resteranno solo residue nevicate sui rilievi. Anche sul medio-adriatico il tempo sta lentamente migliorando. Al nord e sul Tirreno ci si è svegliati con il freddo ma le temperature massime di oggi aumenteranno di almeno un paio di gradi. Dunque il freddo si attenua? Diciamo che si tratta di una pausa, in attesa di sapere che decisioni vorranno prendere i minimi depressionari che andranno ad invadere l'Europa centrale partendo dalla Scandinavia. L'alta pressione che fine farà? Nonostante un certo indebolimento, annunciato del resto già ieri sera, l'anticiclone europeo ha sempre tutta la volontà di rimanere stabile lungo una verticale compresa tra Islanda e Gran Bretagna. Trascurabile invece la scomparsa, almeno ad ovest degli Urali, dell'anticiclone russo. Dalla posizione indicata, l'alta pressione continuerà ad influenzare parzialmente la direzione dei nuclei perturbati, deviandoli o costringendoli a strani "contorsionismi" per raggiungere il nostro Paese. Qual è al momento l'evoluzione più probabile? Fino a domani, come detto, un graduale miglioramento con un leggero rialzo termico, GIOVEDI un debole fronte nuvoloso investirà il versante tirrenico, dando anche un po' di nuvolosità sul nord-est e l'Emilia-Romagna con qualche fiocco possibile. Su Toscana, Lazio ed Umbria saranno possibili nevicate un pochino più consistenti che, stante queste temperature, potrebbero raggiungere localmente anche il litorale. Sarà un passaggio abbastanza rapido che andrà poi a coinvolgere Campania, Calabria e nord Sicilia, portando neve fino a 600 m circa, con fiocchi nuovamente possibili dunque sull'Irpinia e nel cosentino. Nuvolosità irregolare sul versante adriatico ma senza fenomeni di rilievo. Solo la Liguria al nord-ovest si accorgerà del passaggio del sistema nuvoloso, giacché si formerà un minimo in coincidenza del Golfo di Genova e potrà aversi qualche sporadica nevicata, sul resto del nord-ovest nubi solo sulle Alpi con qualche fiocco sui crinali esteri delle Retiche, cosa che si verificherà anche sui rilievi dell'alto Adige e del Friuli. E PER IL FINE SETTIMANA? Venerdì nuova situazione di tregua ma uan depressione di 992 mb al suolo si porterà dal Baltico verso i Sudeti e da lì cercherà di guadagnare spazio verso ovest collegandosi ad una perturbazione in risalita dal Mediterraneo sud-occidentale. Ma l'impresa è ardua e probabilmente nel frattempo avremo un moderato aumento della temperatura al centro-sud, in particolare sulla Sardegna. Sabato una saccatura in quota dovrebbe protendersi fino alle Baleari spingendo con maggiore decisione i corpi nuvolosi verso l'Italia. DUNQUE? Dunque un sabato con nubi in aumento su tutto il centro-sud ma soprattutto sul versante tirrenico con correnti occidentali in quota. Ancora sereno al nord ma in giornata anche qui nubi in aumento e qualche nevicata sulle Alpi centro-orientali, essenzialmente lungo i versanti di confine. Domenica con correnti più nettamente sud-occidentali il tempo dovrebbe peggiorare su gran parte della Penisola, la neve cadrà al nord, sulla Toscana e sull'Umbria fino a quote basse o pianeggianti, sulle rimanenti regioni centrali intorno ai 700-1000 m, al sud sarà la pioggia a prevalere sino ai 1500 m ATTENZIONE PERO': si tratta di una previsione molto complessa che avrà bisogno di ulteriori aggiustamenti. Una cosa è certa però: sull'Italia, segnatamente sul meridione farà molto meno freddo. INQUINAMENTO: gli amici milanesi stamane segnalano un inquinamento record con aria irrespirabile. Si prega il comune di verificare i dati nelle centraline di rilevamento.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum