Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sfuriata temporalesca tra venerdì e sabato, poi variabilità atlantica

L'aria fredda attesa per il week-end lascerà poi il posto a correnti atlantiche più miti ma a tratti umide. Da notare la ricomparsa in sede continentale di un anticiclone dinamico: esso sarà determinante per lo stato del tempo sull'Italia nel corso del mese di ottobre.

La sfera di cristallo - 30 Settembre 2008, ore 15.16

A monoplizzare l'attenzione al momento c'è l'atteso passaggio del fronte freddo tra venerdì e sabato che porterà non solo molti temporali al centro-sud e rovesci sul Triveneto e l'Emilia-Romagna ma anche un'altra bella rinfrescata, quasi a rincarare la dose di frsco settembrina appena vissuta. Gli unici che probabilmente non si accorgeranno molto del passaggio frontale saranno gli abitanti del nord-ovest, che riceveranno invece la prima visita di stagione del Favonio. Prima visita della neve atlantica per i versanti esteri delle Alpi, dopo le spruzzate di origine russa dei giorni scorsi. Sabato mattina anche i nostri crinali di confine riceveranno qualche nevicata fin sotto i 1500m ma si tratterà di apparizioni fugaci. I rovesci di sabato mattina invece sul medio Adriatico produrranno sicuramente spruzzate di neve su Gran Sasso, Majella e Sibillini. Lo scambio meridiano di calore a cui assisteremo rimarrà per il momento isolato, perchè poi per qualche giorno, a parte un breve intervallo stabile e soleggiato per tutti, prevarranno correnti occidentali miti ma a tratti umide che coinvolgeranno il settentrione con un po' di nuvolosità e modeste piogge, mentre al centro-sud sarà ancora soprattutto il sole a prevalere. La vera novità sta però nel ripresentarsi di quella figura anticiclonica sull'est europeo che potrebbe diventare fondamentale per il tempo sul nostro Paese. Infatti un robusto anticiclone dinamico (che in parte poi tenderebbe a termicizzarsi) nella regione russo-scandinava, costringerebbe i fronti in arrivo dall'Atlantico non solo a rallentare la loro corsa ma a deviare verso il Mediterraneo passando tra Scilla (anticiclone delle Azzorre) e Cariddi (appunto l'anticiclone russo-scandinavo) con il risultato di rendere particolarmente vivace, instabile e giustamente anche un po' piovoso e fresco questo ottobre 2008, in linea con il trend annunciato di una lunga fase con temperature sotto la media sull'Europa. Gli indici AO e NAO ci diranno presto se si tratterà di vera gloria: cioè se il vortice polare si metterà in moto velocizzando la corrente a getto e se la ripartizione pressoria in Europa penalizzerà ancora una volta il Mediterraneo lasciandolo senza piogge; questo significherebbe la fine anche per il nostro prode anticiclone. Per il momento però non corriamo troppo e godiamoci questo bel passaggio frontale in allegria. SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 7 OTTOBRE: mercoledì 1° ottobre: un po' di nuvolaglia al nord e sulle centrali tirreniche ma senza fenomeni di rilievo e a tratti schiarite, più sole su Medio Adriatico ed Emilia-Romagna. Incerto al sud con temporali al mattino su est Sicilia, Mar Jonio, Calabria meridionale e forse qualche rovescio anche su Puglia meridionale e Lucania Jonica. Fenomeni in attenuazione con il passare delle ore. Nessuna importante variazione nel campo termico. giovedì 2 ottobre: molte nubi al nord e sulla Toscana con qualche piovasco o rovescio, specie dal pomeriggio e tra Lombardia e Triveneto, rinforzo dei venti occidentali sulle regioni tirreniche con nuvolosità irregolare ed isolati rovesci. Più sole in Adriatico, incerto al sud con qualche piovasco su Calabria tirrenica e nord Sicilia e per il resto asciutto, clima diurno mite. venerdì 3 ottobre: peggiora al nord e sulle centrali tirreniche già dal mattino per il transito del fronte freddo con nubi e rovesci anche temporaleschi, asciutto solo su Piemonte, Ponente ligure, bassa Valle d'Aosta e forse ovest Lombardia. Temporali forti nel pomeriggio su Emilia-Romagna e Venezie e su Toscana, Umbria e Lazio in raido movimento verso il resto del centro-sud, arrivo del foehn al nord-ovest con tempo in miglioramento. Temperature in calo nelle aree soggette a pioggia. sabato 4 ottobre: molto nuvoloso su medio Adriatico e meridione con rovesci e temporali, limite delle nevicate in calo sin verso i 1500m in Appennino, bel tempo altrove ma ventoso, spruzzate di neve sui rilievi di confine altoatesini e valtellinesi al mattino ma con rapido miglioramento, temperature in calo, specie nei valori massimi. domenica 5 ottobre: soleggiata ovunque salvo residui annuvolamenti al sud e in Adriatico. Freddo risveglio al centro-nord, specie sui monti, ancora un po' ventoso al sud. Tendenza a velature al nord. lunedì 6 ottobre: giornata tranquilla e piuttosto mite nei valori diurni con qualche annuvolamento passeggero al settentrione. martedì 7 ottobre: nuvolosità irregolare al nord con qualche piovasco in Liguria, nubi a tratti dense anche sul nord della Toscana, per il resto bel tempo e valoti termici in linea con il periodo.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum