Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Meteo a 7 giorni: Capodanno tranquillo, la tempesta dell'Epifania resta un mistero

Solo il modello americano crede nel brusco inserimento di aria fredda da nord-est che possa scavare una profonda depressione sul meridione in grado di dispensare venti freddi e tempestosi, oltre a copiose nevicate sul medio Adriatico e l'Appennino meridionale. Per il modello europeo l'anticiclone seguiterà a dominare la scena almeno sino a martedì 7.

La sfera di cristallo - 31 Dicembre 2019, ore 14.29

Finisce un altro anno. I rituali del tempo atmosferico si ripetono un po' come quelli che scandiscono la nostra vita quotidiana. Beato chi avrà la fortuna di trascorrere la notte di San Silvestro in una bella baita tra le nevi, nella pace, lontano dal fracasso dei botti e dalle libagioni folli delle nostre città per riflettere davvero sulle aspettative personali di questo 2020, ormai giunto ai nastri di partenza.

E' un fine dicembre come tanti altri ne abbiamo passati in compagnia dell'anticiclone. Dunque non sarà necessario chissà quale accorgimento per restare all'aperto a godersi la serata senza temere di raffreddarsi troppo.

Nei giorni successivi si guarda con grande curiosità al possibile inserimento di una massa d'aria molto fredda tra domenica 5 e lunedì 6, che dovrebbe intervenire da nord-est e scavare una depressione sulle nostre regioni meridionali, favorendo cosi venti tempestosi e bufere di neve sui monti del medio Adriatico e sull'Appennino meridionale a quote molto basse.
Ecco le mappe del modello americano previste a livello barico e poi a livello termico a 1500m per la mattinata dell'Epifania:

Il "maialino" anticiclonico presente appena più ad ovest però non intende affatto uscire di scena: anzi, molti modelli, tra cui il prestigioso ECMWF, non lasciano spazio a questa scorribanda fredda, seguitando a puntare sulla persistenza della sua figura per tutto il periodo delle feste e poi chissà.

L'anomalia barica positiva, cioè l'anticiclone inossidabile, che da anni detta legge in inverno in Europa, secondo questo punto di vista non avrà alcuna difficoltà ad imporsi sino a quando verrà supportato da una corrente da ovest cosi scatenata come quella in arrivo dall'Atlantico.

Nelle ultime ore le percentuali favorevoli alla tempesta invernale per l'Epifania sono leggermente scese anche per il modello americano, ma restano comunque alte. Entro le prossime 48 ore conosceremo la verità. In ogni caso sino a sabato 4 non accadrà nulla di particolare.

SINTESI PREVISIONALE SINO A MARTEDI 7 GENNAIO:
mercoledì 1° gennaio: velature passeggere in transito tra nord e centro in un contesto soleggiato. Locali situazioni nebbiose sulle pianure del nord ma in dissolvimento già al mattino. Freddo moderato al mattino, specie all'interno, mite nel pomeriggio.

giovedì 2 gennaio: un po' di nubi sparse al nord, per il resto ancora soleggiato e poco freddo.

venerdì 3 e sabato 4 gennaio: passaggi nuvolosi al nord e sulla Toscana, specie a ridosso della fascia costiera, dove non si esclude qualche debole pioggia, per il resto soleggiato e sempre relativamente mite. Nelle Alpi di confine dal pomeriggio peggioramento con deboli nevicate lungo le creste.

domenica 5 gennaio: (da qui attendibilità bassa) ingresso repentino di aria molto fredda con tanto vento; peggioramento al centro e al sud con piogge e temporali, poi fenomeni in localizzazione su medio Adriatico, meridione, Sardegna interna con limite della neve in brusco calo su Marche, Abruzzo, Casentino e Reatino sino alle quote collinari, in serata anche a quote di pianura o costa. Al nord nuvolosità irregolare ma tempo asciutto, molte nubi solo in Romagna con debole neve oltre i 300m in Appennino. Brusco calo termico.

lunedì 6 gennaio: venti turbolenti su tutta Italia, maltempo su medio Adriatico e meridione con piogge, temporali ma soprattutto nevicate oltre i 200m su Marche, Abruzzo e Molise ed oltre i 300m sull'Appennino meridionale, sereno sul resto del Paese, freddo intenso su Alpi ed Appennino centrale, moderato altrove.

martedì 7 gennaio: ancora maltempo con piogge e nevicate a quote basse su medio Adriatico e meridione, sereno sulle altre regioni, dal pomeriggio parziale miglioramento e al nord anche attenuazione del vento. Ancora freddo.

 ------------------------------------------------------------------

Situazione meteo LIVE:
>>> Radar meteo Italia (piogge)
>>> Satellite Visibile Italia (diurno)
>>> Satellite infrarosso (anche notturno)
>>> Fulmini e temporali in atto
>>> Stazioni meteorologiche LIVE


---------------------------------------------------------------------------



 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum