Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Un fronte nuvoloso riuscirà a rompere il muro anticiclonico, ecco cosa dobbiamo aspettarci

Una perturbazione romperà la monotonia anticiclonica tra mercoledì 19 e giovedì 20 febbraio, la terza decade del mese presenterà ancora poche novità significative e la circolazione sull'Europa resterà ancora di tipo occidentale, frequenti saranno gli anticicloni distesi sull'Europa meridionale e sul Mediterraneo.

In primo piano - 16 Febbraio 2020, ore 21.45

Una circolazione anticiclonica tiene sotto scacco il nostro Paese, portando condizioni di tempo stabile, con ieli in prevalenza soleggiati. Qualcosa tuttavia sta cominciando a cambiare nella circolazione delle correnti a media e bassa quota; i flussi settentrionali dei giorni scorsi, lasciano spazio ad una ventilazione più umida di tipo meridionale, che risente della tempesta Dennis che in queste ore si sta abbattendo sui settori centrali e settentrionali d'Europa. In queste ultime ore sperimentiamo infatti un primo aumento della nuvolosità di tipo basso che si limita ad interessare prevalentemente i settori alto tirrenici e liguri, dove cadono anche delle sottili precipitazioni.

Lo sviluppo del tempo relativo ai prossimi giorni, porterà un temporaneo rallentamento delle correnti occidentali sull'Europa che renderanno possibile lo sviluppo di un modesto fronte perturbato sul nostro Paese tra mercoledì e giovedì prossimo. Si tratterà di una perturbazione alquanto modesta, così come modesta sarà la quantità di aria fredda messa in gioco da questa circolazione.

Tra mercoledì mattina e la mattinata di giovedì, il corpo nuvoloso attraverserà tutto il Paese, distribuendo maggiormente i suoi effetti sulle regioni del centro e del sud. Le precipitazioni saranno molto fugaci e potranno interessare sia i versanti tirrenici che quelli adriatici. Farà seguito una riduzione della temperatura modesta, accompagnata da una rotazione del vento dai quadranti nord-occidentali. Ecco la previsione del modello americano riferita a mercoledì 19 febbraio:

Con tutta probabilità, nel lungo termine la circolazione sull'Europa resterà ancora influenzata dai venti occidentali, accompagnat eda rimonte dell'alta pressione che dalla fascia delle medie latitudini dell'Oceano Atlantico, si espanderanno verso il Mediterraneo centrale. L'ultima decade di febbraio potrebbe quindi congedarsi sotto condizioni di alta pressione, con temperature ancora miti, ponendo la parola fine ad un inverno decisamente sottotono. Ecco la previsione del modello europeo riferita a domenica 23 febbraio:

 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum