Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: SCACCO MATTO all'anticiclone, poi ancora variabilità

Nei prossimi giorni il nostro Paese, nonchè una fetta considerevole d'Europa, verranno coinvolte da una circolazione depressionaria piuttosto attiva. Precipitazioni ed un calo della temperatura atteso su diverse delle nostre regioni. Incertezze anche a lungo termine, con un continuo braccio di ferro tra promontori anticiclonici e figure depressionarie.

In primo piano - 1 Giugno 2017, ore 21.50

Trova ormai conferma "quasi" ufficiale, un cambiamento importante delle condizioni atmosferiche nell'ambito del nostro territorio nazionale. Tra domenica 4 e lunedì 5 giugno ne verranno coinvolte soprattutto le regioni centrali e settentrionali ma disturbi si faranno sentire anche al Mezzogiorno. Tale cambiamento troverà risposta nell'importante affondo depressionario pronosticato dai modelli ormai alle brevi scadenze previsionali; ritroveremo infatti una circolazione ciclonica di origine oceanica diretta al cuore dell'Europa. Domenica 4 giugno il fronte freddo sarà in piena azione sul nord della Spagna e nelle pianure francesi, in procinto di avvicinarsi al nostro Paese ed alla Mitteleurope. 

Nel pomeriggio di domenica, ad esserne coinvolte per prime saranno le regioni nord-occidentali, qui rovesci e temporali potrebbero risultare anche intensi, soprattutto laddove troveremo al suolo valori termici ancora elevati. L'ingresso trionfale del fronte freddo nella notte a cavallo tra domenica e lunedì, associato ad un rinforzo della ventilazione occidentale ed un calo della temperatura. Tra lunedì 5 e martedì 6, andrà a costituirsi un vistoso minimo di bassa pressione al suolo, centrato a cavallo tra il mar Ligure ed il mar Tirreno settentrionale, tale situazione determinerà una rapida estensione del maltempo sulle regioni di nord-est e parte di quelle centrali. (settori tirrenici). Entro mercoledì 7 un miglioramento si farà vedere a partire dai settori occidentali. 

Volgendo lo sguardo alle lunghe distanze, appare ormai probabile quanto fisiologico, il rinforzo di un nuovo promontorio d'alta pressione sui settori centrali del Mediterraneo, in grado di coivolgere anche il nostro Paese. (mercoledì 7, venerdì 9). Questo nuovo anticiclone non sembrerebbe tuttavia in grado di garantire una parentesi duratura di tempo stabile nè sull'Europa, nè sull'Italia. Nuove circolazioni depressionarie sull'oceano Atlantico e sulla Penisola Iberica, tenteranno nuovi approcci al bacino centrale del Mediterraneo, nell'ambito del nostro Paese, la stabilità estiva verrà compromessa soprattutto al nord e sulla Sardegna. (da confermare) 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum