Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: aria più FRESCA oceanica nell'ultima settimana di giugno

Lo stivale italiano sotto scacco dell'anticiclone almeno sino a lunedì 26 giugno, poi un cambiamento si affaccerà da ovest.

In primo piano - 21 Giugno 2017, ore 21.45

Situazione attuale: giornata di tempo stabile  e caldo su tutte le nostre regioni italiane, anche se qualche temporale si è manifestato durante le ore pomeridiane nelle zone interne di Alpi e Prealpi. Valori termici elevati soprattutto nelle zone interne, con picchi sino a +34°C/+35°C nella Valpadana, valori leggermente inferiori nelle zone interne del centro Italia. Lungo le coste attive le brezze di mare con valori in genere inferiori ai +30°C. Mari calmi o poco mossi, ventilazione debole. 

L'Italia in marcia verso un picco di considerevole calura atteso proprio nei prossimi giorni: vediamo quali. 

Entreremo nel breve termine nella fase culminante di questa ondata di caldo che trascinerà con sè isoterme di tutto rispetto nelle diverse quote atmosferiche; l'onda di calore attualmente centrata con la sua parte più robusta sull'Europa occidentale, tenderà nei prossimi giorni a portarsi verso il bacino centrale del Mediterraneo, coinvolgendo in modo diretto anche il nostro Paese. Alla quota di 850hpa (circa 1500 metri) confermata la risalita dei valori termici sopra i +20°C, con picchi localmente superiori, lo zero termico pronto a schizzare oltre i 4000 metri di quota, con una temperature che, alla quota di 850hpa (circa 5500 metri) potrebbe sfiorare i -5°C. 

Quali conseguenze porterà tale situazione negli strati pianeggianti? 

Caldo, caldo e ancora caldo, con picchi termici sino a +37°C nelle zone interne della Valpadana (Emilia Romagna), valori intensi di calura si faranno però sentire anche sul rimanente territorio nazionale, appena mitigati dalle brezze che soffieranno lungo le coste. Nonostante tutto, l'intenso soleggiamento di giugno potrà comunque favorire la nascita di qualche episodio temporalesco marginale, essenzialmente limitato alle zone più interne di Alpi ed Appennino.

Con l'arrivo della prossima settimana, l'onda di calore potrebbe infine andare a decentrarsi verso il bacino centro-orientale del Mediterraneo, la regione balcanica ed il centro-sud Italia, dove pertanto potrebbero concentrarsi i valori di calura più elevati. Al nord subentrerebbe una lieve flessione termica, una risalita nei valori dell'umidità relativa e soprattutto una accentuazione dell'attività temporalesca sintomatica di un cambiamento del tempo messo in luce nei giorni successivi. 

Medio e LUNGO TERMINE: battuta d'arresto dell'estate su diverse aree d'Europa, ma cosa potrebbe succedere sul nostro territorio nazionale? 

Negli ultimi giorni di giugno ecco farsi avanti una figura depressionaria che promette di portare un cambiamento importante delle condizioni atmosferiche sull'Europa, laddove si verificherebbe una diminuzione sensibile delle temperature che dalla penisola Iberica si estenderebbe verso la Francia ed il centro Europa. Il nostro Paese sperimenterebbe condizioni di crescente instabilità soprattutto sulle regioni settentrionali, dove il clima diverrebbe più fresco e ventoso. Caldo anche intenso persisterebbe sulle regioni di Mezzogiorno. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum