Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Tutte le NEWS sul FREDDO tardivo in arrivo: quali le regioni più colpite? NEVE in pianura?

L'inverno all'esordio della primavera; c'era da aspettarselo dopo un trimestre freddo completamente fallimentare, ma con accumulo notevole di freddo al Polo nord. Cosa succederà?

In primo piano - 20 Marzo 2020, ore 10.41

Tra domenica 22 e giovedì 26 sperimenteremo condizioni prettamente invernali sull'Italia, anche se il calendario direbbe che è primavera ma quando l'aria fredda si mette in moto dalla Russia essere in marzo o in aprile conta poco: torna l'inverno e può tornare anche la neve.

Guardate la spettacolare mappa che vi proponiamo in apertura: una lingua di aria gelida a tutte le quote (qui siamo a 5500m) invade l'Europa meridionale e l'Italia da est nella giornata di lunedì 23 marzo.


Fosse successo solo un mese fa avremmo sperimentato condizioni di gelo severo, ma comunque sia faremo i conti con un calo delle temperature sino a 12-14°C in meno nei valori massimi rispetto ai valori attuali e di 7-10°C in meno nei valori minimi.

Dunque aspettiamoci su gran parte d'Italia, specie al nord e lungo il versante adriatico, minime al suolo attorno o inferiori allo zero e massime non superiori ai 5-7°C.

Il vortice freddo collegato all'irruzione finirà per isolarsi nel Mediterraneo favorendo condizioni di maltempo che andremo a dettagliare successivamente. Ora ci preme mostrarvi l'isolamento del vortice in quota, cosi come lo si prevede nella giornata di mercoledì 25 marzo:

Guardiamo gli sviluppi termici a 1500m: notevole l'irruzione fredda prevista nella mattinata di lunedì 23 secondo il modello europeo con quasi tutta l'Italia coinvolta da termiche da pieno inverno nel volgere di poche ore, come evidenziano le due mappe:

Stupiscono anche le temperature attese al suolo per l'alba di martedì 24 in Italia: diversi valori saranno sotto lo zero o prossimi allo zero da nord a sud, notevole!

Nel frattempo la presenza di un simile vortice in quota con valori sino a -35°C a 5500m, favorirà l'approfondimento di un minimo depressionario sul meridione, responsabile di piogge e nevicate a quote basse (300-400m), mentre l'effetto stau indotto dalle correnti da est favorirà nevicate lungo il medio Adriatico, a tratti sino in pianura e sulla costa, come vediamo dalla mappa che segue, con gli accumuli nevosi previsti tra lunedì 23 e martedì 24, notate il coinvolgimento di Molise, Gargano, Umbria orientale e Casentino in Toscana:

La risalita del vortice in quota verso nord-ovest, spingerà probabilmente anche la depressione al suolo e soprattutto il fronte occluso ad essa connesso a risalire il Paese, mitigando le temperature, soprattutto nella giornata di giovedì 26, quando addirittura il modello prevede nevicate da addolcimento su diverse aree dell'Appennino centrale, l'arco alpino e parte della Valpadana, naturalmente l'attendibilità, vista la distanza temporale è ancora bassa:

Seguite tutti i nostri aggiornamenti per capire quale sarà l'effettiva traiettoria del vortice e di conseguenza delle precipitazioni.

 

 

 

 



 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum