Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Se l'autunno gioca la carta del freddo precoce potrà mai deluderci l'inverno?

Le irruzioni di aria artica a ottobre e novembre non sono una regola stagionale ma possono comunque avvenire. A volte però poi gli scambi meridiani autunnali voltano le spalle all'inverno con risvolti facilmente immaginabili

In primo piano - 30 Settembre 2008, ore 11.21

Un autunno più freddo della norma potrà accompagnarsi ad un inverno altrettanto sotto media? La sarabanda degli indici teleconnettivi che impostano le regole climatiche stagionali non ci offrono una risposta univoca ma possono porre delle basi statistiche sulle quali basare gli studi futuri. Minimo solare e venti stratosferici orientali (indice QBO negativo)sarebbero già un buon indizio per inquadrare una propensione circolatoria agli scambi meridiani, quelli che ci possono portare l'aria fredda dell'Artico già a ottobre. Osservando bene gli indici di questo autunno 2008 però contempliamo la situazione opposta: al minimo solare si accostano venti stratosferici occidentali (QBO positiva). Eppure mentre l'inverno 2007-2008, proprio per il motivo anzidetto, aveva tutte le carte in regola per assumere caratteristiche quasi eccezionali (ma alla fine si è arenato sul classico binario morto), l'autunno 2008, pur in condizioni teoricamente sfavorevoli, ci sta dimostrando che l'aria polare non ha difficoltà, in un modo o nell'altro, a portarsi a ridosso della nostra Penisola. Vogliamo metterci anche il ciclo dell'ENSO? Ebbene l'inverno 2007-2008 avrebbe necessitato di una Nina debole e invece il Pacifico ci è andato giù pesante con una super Nina che ha ingozzato l'anticiclone azzorriano fino a farlo spanciare verso l'Europa occidentale. Morale: inverno anonimo, fuori ancora una volta dalle aspettative statistiche stagionali. Ora ci troviamo dinnanzi all'ennesimo quesito: la seconda metà di settembre ha sfornato la prima irruzione di aria continentale sfoggiando una azione retrograda degna delle migliori aspettative invernali. All'orizzonte si prospettano inoltre ulteriori apporti freddi di provenienza addirittura artica. L'ottobre europeo in sostanza ha tutta l'intenzione di impostare una continuità climatica con il periodo che l'ha preceduto, mantenendo sempre al ribasso le aspettative termiche sul Vecchio Continente. Ma a questo punto che ne sarà dell'inverno? In altre parole, se le cartucce del freddo vengono tutte sparate in anticipo cosa rimarrà al nostro Generale per fare finalmente un degno ingresso sul nostro Paese? Vogliamo parlare di EA-, di Scan+ piuttosto che di altre decine di sigle diverse? Per una volta no; per una volta vogliamo solo sperare; sperare in un autunno giusto, democraticamente piovoso e in un inverno altrettanto coerente, perchè queste sono le nostre stagioni. E' volere troppo? Buon autunno a tutti.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum