Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Riscossa dell'inverno nella seconda decade di gennaio, ecco le ultime novità

L'alta pressione sull'ovest Europa non pare intenzionata ad una netta conquista del Mediterraneo. Anzi l'Europa centrale ed orientale potrebbe restare sotto tiro delle correnti fredde in arrivo da nord e da nord-est, con nuovi episodi di maltempo invernale in vista per l'Italia già dalla prossima settimana.

In primo piano - 8 Gennaio 2021, ore 18.00

Soltanto adesso il recente evento di surriscaldamento della stratosfera polare, sembra iniziare ad essere "digerito" dai modelli di calcolo che ipotizzano ancora il mantenimento di un trend votato ad una situazione di freddo moderato ed instabilità anche nella seconda decade di gennaio. Tuttavia cambieranno profondamente le relative posizioni dei centri motore di alta e di bassa pressione sull'Europa. Il vortice ciclonico tutt'ora presente in sede iberica, verrà riassorbito piuttosto velocemente, ne prenderà il posto una figura di alta pressione prevista stabilire la propria roccaforte sulla penisola Iberica. Si tratta quest'ultimo di un pattern piuttosto ricorrente negli inverni degli ultimi anni, le correnti occidentali verranno sostituite da una nuova circolazione di venti settentrionali e poi forse anche orientali. Infine andremo in contro ad un sensibile raffreddamento della temperatura sull'est Europa. Previsione del modello ECMWF riferita a mercoledì 13 gennaio:

Anche sul nostro Paese la circolazione diventerà di tipo settentrionale e questo cambierà profondamente sia la distribuzione delle piogge previste nel prossimo futuro, sia la distribuzione delle masse d'aria fredde sullo stivale. In particolare nella seconda decade di gennaio si evidenzia finalmente un trend più asciutto ed avaro di precipitazioni sull'Italia settentrionale, con diverse occasioni di tempo soleggiato. Eventuali episodi di instabilità potranno colpire più facilmente le regioni del versante adriatico e meridionale.

Sembrano crescere le probabilità di un raffreddamento più marcato della temperatura sull'Italia nella seconda metà del mese. Alcune soluzioni previsionali ipotizzano lo sviluppo di un blocco anticiclonico disteso lungo i meridiani dell'oceano Atlantico, associato a discese d'aria fredda artica verso l'Europa e forse anche in direzione dell'Italia. In particolare sembrerebbe esserci spazio anche per un raffreddamento della temperatura per le regioni del centro e del sud tra mercoledì 13 e giovedì 14 gennaio, un evento di maggiore magnitudo potrebbe verificarsi a partire da sabato 16 gennaio, data alla quale si riferisce questa previsione del modello europeo:




Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum