Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nella prima settimana di febbraio, un altro duro colpo per l'inverno ma poi forse una svolta

Almeno per altri 10-15 giorni l'inverno sull'Europa farà ancora fatica ad imporsi, un cambiamento importante potrebbe profilarsi dopo il 10 di febbraio: vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 26 Gennaio 2020, ore 21.30

Nei prossimi giorni, la circolazione atmosferica sull'Europa continuerà a restare di tipo occidentale, avremo la tendenza degli anticicloni a rinforzare sulle latitudini centrali e meridionali del continente, mentre al contrario le grandi circolazioni di bassa pressione sono previste ancora interessare liberamente i settori settentrionali d'Europa. Una maggiore ondulazione della corrente a getto sarà accompagnata da un ribasso del Fronte Polare in corrispondenza dell'Europa centrale ed orientale. Tra martedì e mercoledì viene quindi ipotizzato il passaggio di una perturbazione accompagnata da un flusso di correnti mediamente da nord-ovest. Un corpo nuvoloso verrà sospinto lungo l'Arco Alpino, dove vengono previste importanti nevicate sui rilievi di confine e sui versanti esteri proprio tra martedì e mercoledì. La previsione del modello americano riferita a martedì 28 gennaio, mette in luce una leggera ondulazione del Fronte Polare, con l'arrivo di una perturbazione sull'Europa centrale, accompagnata da aria un po' più fredda. In arrivo tra martedì e mercoledì alcune abbondanti nevicate sui rilievi alpini di confine:

Per chi cerca ancora l'inverno, le novità più interessanti sono quelle previste superata la prima settimana di febbraio, quando potrebbe prendere il via una fase di tempo più instabili e fredde. Questa fase di tempo instabile invernale avrebbe origine da un disturbo della stratosfera, un cosiddetto riscaldamento stratosferico polare che potrebbe condizionare la circolazione dei piani sottostanti. Si tratta di un'evoluzione ottimistica, in quanto ancora una elevata distanza previsionale, non ci consente di tracciare una linea di tendenza realmente affidabile. Se però avremo la possibilità di giocarci la carta dell'inverno, anche su base statistica nell'ultimo decennio le fasi invernali più importanti si sono verificate spesso e volentieri nelle ultime due decadi di febbraio, vedremo se anche in questo caso la statistica avrà conferma nello svolgersi dei fatti.

Previsione del modello americano riferita a sabato 8 febbraio, nella quale possiamo osservare spiccate ondulazioni con il consolidamento di un blocco anticiclonico sull'oceano Atlantico e la discesa di aria più fredda sull'Europa e sul Mediterraneo:


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum