Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

MODELLO EUROPEO: speranze di pioggia a LUNGO TERMINE?

Proviamo a scorgere nel futuro qualche segnale di declino anticiclonico; informazioni utili giungono in tal senso dall'aggiornamento odierno del modello europeo ECMWF.

In primo piano - 9 Giugno 2017, ore 11.50

La riscossa dell'anticiclone africano sull'Europa, viaggia di pari passo con la sopressione quasi completa delle manifestazioni d'instabilità a sfondo temporalesco che hanno scandito per diversi momenti nel recente passato (prima decade di giugno). Nei prossimi giorni il passaggio di consegne allo "zoccolo duro" dell'estate che, come da tradizione accade ormai quasi ogni anno, tornerà a riproporre sul nostro Paese un profilo termico assai elevato. I valori di temperatura torneranno infatti ad essere diffusamente sopra la media, sia in quota che al suolo.

Alle quote superiori ritroveremo vivo e attivo un cuneo vistoso di ALTA pressione foriero di una lunga parentesi di tempo stabile che ci accompagnerà sin oltre la prima metà del mese. Come sovente accade in queste situazioni, l'entrata in scena di queste figure anticicloniche nell'area europea e mediterranea, rappresentano la manifestazione più eclatante di un rialzo delle fasce anticicloniche subtropicali e di conseguenza la frantumazione della corrente a getto polare.

Le masse d'aria fresche ed instabili di origine oceanica oppure nord europea, saranno confinate distanti dal Mediterraneo quel tanto che basta da vanificare a tempo "quasi" indeterminato ogni tentativo di penetrazione di un eventuale fronte perturbato all'interno dei confini del Mediterraneo.

Volendo a tutti i costi spezzare una lancia a favore di una maggiore dinamicità, possiamo segnalare un vero e proprio "Tallone d'Achille" dell'alta pressione; il margine orientale di tale figura verrà infatti disturbato da una caduta del getto fisiologica quanto inevitabile. Questa caduta del getto favorirà condizioni atmosferiche più fresche ed instabili sulla Penisola Scandinava, la Russia ed i paesi dell'est Europa, rappresentando forse l'unica via di accesso delle correnti instabili al Mediterraneo. 

Un impulso d'aria più fresca potrebbe quindi scivolare sulla Penisola Balcanica e da lì dritta al bacino orientale del Mediterraneo ed ai settori orientali d'Italia entro domenica 18 e lunedì 19 giugno. Per alcune delle nostre regioni potrebbe trattarsi di una piacevole fase d'instabilità portatrice di un certo refrigerio e di una maggiore ventilazione ma a tal riguardo i dubbi sono ancora molti. 

Seguite gli aggiornamenti su METEOLIVE.IT


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum